Questo sito contribuisce all'audience di

Lavoro doppio, motivazioni e ritorno al 3-5-2. Così il Piacenza vuole svoltare a Ravenna

Doppie sedute di allenamento tutta settimana per ritrovare brillantezza e ovattare la squadra dalle polemiche. Franzini dovrà lavorare anche sulla testa dei giocatori e il ritorno al 3-5-2 può dare maggiori certezze perché il calendario a febbraio è in salita

Marotta in azione (foto Trongone)

Mazda cx30 nuova-2Due mosse per provare a invertire la rotta: alzare i giri del motore e tornare al 3-5-2 modulo che, fino a prova contraria, ha permesso al Piacenza di ottenere in questa stagione le prestazioni migliori a discapito di una fluidità di manovra che anche le recenti scelte - come il 4-4-2 contro Cesena - non hanno saputo dare. Se sarà la scelta migliore lo dirà il campo domenica, a Ravenna (ore 17.30), dove il Piacenza dovrà staccare una prestazione convincente per allontanare le fitte nubi addensatesi nell’ultimo mese e centrare i tre punti per riprendere una marcia ferma da troppo tempo: l’ultima vittoria risale al 15 dicembre in casa del SudTirol.
Da questi due mattoni vuole ripartire Franzini sapendo benissimo che il lavoro maggiore però va fatto sulla testa dei giocatori alle prese con una situazione resa ancora più difficile dopo le bordate arrivate dal vicepresidente Roberto Pighi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TESTA, LAVORO E MOTIVAZIONE
Proprio dopo le sue parole Franzini ha deciso di aumentare il carico: doppia seduta oggi e giovedì, un po’ per alzare i giri del motore e ritrovare una condizione che non appare ottimale - «è più un problema di testa» ha detto Marotta martedì - e un po’ per ovattare la squadra dalle recenti polemiche. Lavorare sul campo per non pensare ad altro, questa è la ricetta scelta dal tecnico chiamato a rimettere in carreggiata un Piacenza che ha sì perso terreno ma ha tutto il tempo per recuperarlo, a patto che la squadra svolti dando un’importante accelerata alle proprie motivazione: il vero Piacenza è quello di dicembre e non quello di gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia - Piacenza sconfitto 1-2, il Teramo sbanca il Garilli senza fatica

  • Piacenza, male la prima. Il Teramo domina, biancorossi fuori dalla Coppa e con dei problemi da risolvere

  • Il Piacenza chiude il precampionato con un pareggio contro la Virtus Verona. Cosa va e cosa non va

  • Piacenza-Virtus Verona: 1-1, a Siani risponde Bridi

  • La Gas Sales Bluenergy va a singhiozzo, Padova vince 3-1. Biancorossi fuori dalla Coppa Italia

  • Gardini: «Amareggiato per la situazione, ma sono certo che la Gas Sales Bluenergy farà una grande annata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento