menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Fiorenzuola cerca l'impresa a Ravenna

I rossoneri arrivano da tre successi consecutivi, mentre i padroni di casa non perdono dal 30 ottobre. Il tecnico rossonero Abdrea Ciceri predica prudenza: "Restiamo concentrati sull'obiettivo della salvezza"

Servirà un Fiorenzuola ancora più tosto di quello ammirato da un mese a questa parte per la trasferta di Ravenna, in cartellone domenica 15 gennaio (ore 14,30). Se si guarda alla classifica sono solamente tre i punti di distacco dei rossoneri dalla formazione romagnola, che però figura fin dall'estate nel gruppo delle pretendenti al salto di categoria. In effetti la solidità dei giallorossi è notevole, considerate le due sole sconfitta rimediate finora in campionato (l'ultima risale addirittura al 30 ottobre del 2016). Ma, d'altro canto, i sei punti che separano il Ravenna dal primo posto si spiegano con la grande propensione al pareggio (dieci nelle diciotto gare disputate) dei prossimi avversari del Fiorenzuola e la contestuale difficoltà a trovare la via del gol (sono solamente venti le reti realizzate dai romagnoli). Anche alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia il Ravenna non si è smentito, pareggiando in extremis a domicilio della Rignanese. Il Fiorenzuola ha invece iniziato il nuovo anno così come aveva chiuso il vecchio: battendo il Poggibonsi, ovvero una diretta concorrente nella corsa alla salvezza. Per i rossoneri è arrivato il terzo successo consecutivo, il quarto (su cinque partite) da quando Ciceri è stato chiamato dal presidente Pinalli sulla panchina del Fiorenzuola. I rossoneri hanno decisamente cambiato passo, ma i dodici punti incassati con la nuova gestione tecnica non sono ancora sufficienti alla formazione di Ciceri per guardare con serenità al futuro. Bisogna dunque "restare sul pezzo", perchè basterebbero un paio di risultati negativi per tornare in zona play out:

"In effetti le quattro vittorie - spiega Andrea Ciceri - ci hanno consentito di uscire dalla zona play out, ma non certo di restare tranquilli. Basterebbe davvero poco per farci risucchiare: il nostro obiettivo, voglio dirlo chiaramente, resta quello della salvezza. La partita con il Ravenna si presenta particolarmente complicata: affrontiamo una squadra solida, che concede ben poco e che ha valori tecnici di primissimo livello: davanti hanno due ottimi attaccanti come Graziani, che nella passata stagione ha realizzato 19 reti, e Broso, uno dei nostri obiettivi di mercato, che poi ha deciso di andare a Ravenna; in mezzo la mente è Selleri, mentre dietro sono rimasto impressionato da Ballardini. A livello mentale, considerando il blasone degli avversari e lo stadio, rispetto alle ultime partite dovremo compiere un ulteriore salto di qualità".

Capitan Petrelli è squalificato, mentre Guglieri non è al meglio, ma è disponibile. In partenza Ciceri potrebbe affidarsi a Vagge tra i pali, Bouhali, Pizza, Messina e Contini in difesa, Pessagno, Arati e Guglieri in mediana, con Storchi, Napoli e Lari (o Pezzi) a comporre in tridente offensivo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento