Questo sito contribuisce all'audience di

Infantino, presidente della Fifa, scrive a Mazza e Sgorbati: "La vostra è un'iniziativa che offre speranza"

Il massimo dirigente del calcio mondiale invia un'e-mail ai due tecnici che da settimane stanno organizzando una raccolta fondi benefica

Gianni Infantino, presidente della Fifa

Il cuore del calcio dilettanti piacentino arriva fino a Zurigo. A centinaia di chilometri, nella sede del calcio professionistico mondiale: questa mattina nell'e-mail del Codogno e delle Biancorosse Piacenza, società in cui allenavano gli ideatori dell'iniziativa Massimo Mazza e Alberto "Batman" Sgorbati, è arrivata un'e-mail a firma di Gianni Infantino, presidente della Fifa. Il massimo organismo planetario del calcio ha scritto ai due tecnici dopo aver avuto notizia della raccolta fondi che ha portato all'acquisto di tre ecografi per l'ospedale di Piacenza. "Ci tengo a congratularmi con voi - ha scritto Infantino - perché in questi momenti difficili lodevoli iniziative come la vostra permettono di allievare la sofferenza di molti e di offrire la speranza in giorni migliori".

Da Mazza e Sgorbati, ovviamente, è arrivata una reazione incredula. «Quando lo abbiamo saputo ci tremavano le gambe» hanno spiegato i due, che stanno proseguendo la raccolta fondi e proprio nei giorni scorsi hanno consegnato ulteriori aiuti economici a famiglie piacentine in difficoltà a causa del Covid19

Questo il testo completo a firma di Gianni Infantino

Ho avuto notizia della vostra iniziativa di raccolta fondi, che ha portato all’acquisto di tre ecografi portatili destinati all’ospedale di Piacenza, e ci tenevo a congratularmi con voi e con tutto il calcio dilettantistico piacentino per questa bellissima azione.

In questi momenti difficili, lodevoli iniziative come la vostra permettono di allievare la sofferenza di molti e di offrire la speranza in giorni migliori, e mostrano il bellissimo lato del calcio al quale io credo, un calcio che contribuisce al bene del paese e della comunità in cui vive, in uno spirito di solidarietà e condivisione.

A nome di tutta la comunità calcistica mondiale, un grazie di cuore a voi, a le oltre 200 persone che hanno contribuito a questa raccolta fondi, e a tutto il calcio dilettantistico piacentino, per avere aiutato la città di Piacenza in modo concreto ed avere contribuito, grazie ai valori fondamentali del nostro sport, quali la cooperazione, il rispetto e l’unità, ad assistere le persone in difficoltà e a sostenere la vostra comunità, facendo passare un bellissimo messaggio in questo periodo difficile.

Mi avete dato conforto di credere che ce la faremo in Italia e nel mondo a definire un nuovo profilo del nostro sport beneamato, un calcio solidale, normale e gioioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento