Calcio giovanile

Visita medica agonistica: passo indietro della Figc, si torna all'antico

Sarà obbligatoria solamente al compimento del dodicesimo anno e non a inizio stagione

Il problema delle visite mediche agonistiche per i calciatori che compiranno 12 anni nella prossima stagione, sollevato nelle scorse settimane, è risolto. La Figc in un comunicato ufficiale ha reso noto che essendo ancora in attesa delle disposizioni per garantire il rilascio del certificato di idoneità agli undicenni alle stesse condizioni previste per i loro compagni più grandi, torna in vigore la precedente regolamentazione. Di fatto, la visita medica agonistica viene richiesta solamente al compimento anagrafico del dodicesimo anno; fino a quel momento i calciatori potranno regolarmente giocare con l’autorizzazione del proprio medico di base.

Facciamo un passo indietro per capire cosa è successo in questi mesi: la federazione gioco calcio decide di modificare la normativa relativa alle visite per l’attività medico agonistica, obbligando i bambini che nella prossima stagione compiranno dodici anni (quindi quelli nati dal settembre 2005 al maggio 2006) ad effettuare i controlli prima dell’inizio della stagione. In caso contrario nessuno potrà partecipare a gare ufficiali ma neppure agli allenamenti, non avendo la necessaria autorizzazione prevista per legge. Il problema, subito segnalato da parecchi genitori, è che i sistemi dell’Ausl non possono accettare prenotazioni “anticipate”; gli operatori spiegano a chi telefona che bisogna attendere il compimento dei dodici anni per ottenere l’appuntamento. La soluzione ci sarebbe: rivolgersi a un centro privato. Però l’Ausl offre il servizio gratuitamente, mentre i centri privati chiedono ovviamente un pagamento.

I vertici regionali iniziano a muoversi, perché capiscono quanto sia paradossale la situazione: rispettare la legge a queste condizioni è impossibile, ma così si rischia di tenere fermi centinaia di bambini che vorrebbero giocare a calcio ma non possono farlo.

Adesso arriva il passo indietro della Figc: visto che è impossibile risolvere il problema in tempi brevi si torna all’antico. La visita medico agonistica sarà obbligatoria solamente dal compimento del dodicesimo anno e non a inizio stagione; bambini (e genitori) possono tirare un sospiro di sollievo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita medica agonistica: passo indietro della Figc, si torna all'antico
SportPiacenza è in caricamento