Atletica

Scotti parte alla grande: «Rotto il ghiaccio, adesso sono pronto a esplodere in senso positivo»

Per l'azzurro ottima prima frazione nella staffetta 4x400 mista, ora è atteso dalla gara individuale. «Sono felicissimo e anche la pista è adatta alle mie caratteristiche»

Edoardo Scotti (primo da sinistra) con la staffetta 4x400 mista (f. Colombo/Fidal)

Dal nostro inviato a Tokyo

Ti aspetti un grande rammarico, perché vedersi “scippata” una finale olimpica per soli 22 centesimi manderebbe in bestia chiunque. Invece Edoardo Scotti si presenta con un grande sorriso dopo la prova nella 4x400 mista che ha visto l’Italia come prima delle non qualificate con 3.13.51. Il record italiano e una buona prestazione collettiva hanno comunque permesso ai giovanissimi azzurri di archiviare la prova fra quelle da inserire nel gruppo delle positive. A far ben sperare è principalmente la frazione del carabiniere di Castellarquato, capace di correre in un ottimo 45.5 che aveva portato l’Italia in terza posizione prima di passare il testimone ad Alice Mangione, prima che Rebecca Borga e Vladimir Aceti concludessero la fatica azzurra.

«La mia frazione mi è piaciuta - racconta Edoardo - perché il brasiliano non è partito fortissimo e l’olandese faceva da punto di riferimento, mentre quelli dietro non li ho mai sentiti. Arrivato in fondo ho aumentato la frequenza sul sudamericano prima di passare il testimone ad Alice. Sono felicissimo perché questa è la staffetta più bella, giovane e futuribile che potessimo avere».

Proprio Alice sostiene di non essere molto soddisfatta. «Un pizzico di rammarico c’è, anche se gli avversari hanno corso fortissimo. Ma questa è una grande squadra».

Testimone di nuovo a Scotti che allarga il discorso all’esperienza olimpica che sta vivendo. «Fino a oggi molto tranquillamente, non sentivo nessuna pressione. Certo che il Villaggio Olimpico è un misto di incredulità e di sensazioni particolari e poi io da settimane sono in una bolla totale in cui faccio fatica anche a vivere le emozioni. Però oggi prima della gara qualcosa è cambiato e adesso sto aspettando di esplodere in senso positivo. Già una parte si è vista nella staffetta, mi farò trovare pronto per le prossime prove».

Fra 36 ore di nuovo sui blocchi per le batterie dei 400. «Vista la prova di questa sera sono molto tranquillo. Ho rotto bene il ghiaccio con le Olimpiadi e con questa pista che è molto bella e mi sembra adatta a me. Dà delle risposte sotto, non è dura e io che corro molto di elasticità la percepisco bene».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scotti parte alla grande: «Rotto il ghiaccio, adesso sono pronto a esplodere in senso positivo»

SportPiacenza è in caricamento