Questo sito contribuisce all'audience di

Scherma - I Pettorelli si salva e rimane in A2

Una grande giornata di sport ed emozioni. Domenica scorsa il Circolo della scherma Pettorelli di Piacenza ha brillato ad Ancona nel campionato italiano di spada maschile di A2, dove è riuscito a conquistare la salvezza, compiendo un'autentica...

La squadra del Pettorelli
Una grande giornata di sport ed emozioni. Domenica scorsa il Circolo della scherma Pettorelli di Piacenza ha brillato ad Ancona nel campionato italiano di spada maschile di A2, dove è riuscito a conquistare la salvezza, compiendo un'autentica impresa. Protagonisti dell'avventura nella seconda serie sono stati l'esperto Alessandro Bossalini e i giovani Andrea Polidoro, Francesco Fuochi e Francesco Spezia (cinquant'anni in tre). E' toccato a loro il compito arduo di difendere la prestigiosa categoria nonostante alcune defezioni importanti, ma con tanto cuore è arrivato il risultato sognato.

Nel girone, il Pettorelli ha fatto i conti con un raggruppamento di ferro con Vercelli, Mangiarotti Milano e Bresso. Dopo aver messo in difficoltà i piemontesi (che si sono imposti 45-40), Bossalini e compagni hanno festeggiato la vittoria contro Bresso (45-29) per poi cedere 37-27 al circolo della città meneghina. La classifica dopo i gironi vedeva Piacenza al nono posto su sedici squadre e con lo scontro diretto con Ravenna da affrontare nei play out. Una sfida difficile, contro avversari esperti, e infatti il Pettorelli è scivolato sotto nel punteggio, pur non dando segni di resa. Il "miracolo" è stato firmato da Alessandro Bossalini, salito in pedana negli ultimi tre minuti dell'assalto con Piacenza sotto 33-26. Con grande caparbietà, il "Boss" ha ribaltato la situazione, arrivando al 44-42. Finale thriller: Ravenna ha accorciato le distanze (44-43), poi il piacentino ha chiuso con un punto doppio per il definitivo 45-44 che ha fatto esplodere di gioia il team piacentino.

Andare a giocarsi l'A2 con i giovani è stata una scommessa di grande coraggio, ma il risultato del campo ha premiato appieno lo storico e glorioso circolo cittadino, guidato nell'occasione a bordopedana dal maestro Carlo Polidoro, uomo d'esperienza e di competenza. Onore, dunque, al Pettorelli, trascinato da Bossalini e vivace anche con i giovani spadisti della formazione.

Nel week end di Ancona, si sono disputate anche le gare individuali della Coppa Italia nazionale, prestigiosa kermesse italiana. Il Pettorelli era presente sia nel maschile e nel femminile. Nel primo settore, in pedana sono saliti i quattro protagonisti della gara a squadre; il miglior risultato porta la firma di Alessandro Bossalini, capace di chiudere 48esimo sui 420 atleti in gara. A seguire, 213esimo posto per Francesco Fuochi, 269esimo per Andrea Polidoro e 277esimo per Francesco Spezia. Nel femminile, invece, il circolo piacentino era rappresentato da due giovani promesse: si tratta di Margherita Libelli e Celeste Rossano, che hanno chiuso l'esperienza all'ombra del Conero rispettivamente con il 107esimo e il 191esimo posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Calciomercato: Bortoletti, Baldan, Borghini, Conson, Biondi e Alvaro Montero non arriveranno

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

  • Serie C - Il Piacenza non sa più vincere. La Pro Vercelli strappa l'1-1 nel finale, biancorossi ora terzultimi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento