rotate-mobile
Rugby

Rugby - I Lyons fanno tutto benissimo ma cedono alla rimonta del Mogliano nel finale

I bianconeri vanno avanti sullo 0-8, i padroni di casa escono nella ripresa e vincono 21-8

Sitav Rugby Lyons bella, quasi splendida, per metà partita, prima di cedere nella ripresa alla rimonta di Mogliano, che alla fine si impone in maniera più netta di quanto raccontato in campo. Ai Lyons è mancata un po’ di tenuta atletica nella ripresa, in cui gli innesti dalla panchina non hanno tenuto il ritmo imposto da Mogliano, con la mischia biancoblù sugli scudi condotta dal pilone destro e Player of the Match Nicolò Ceccato. Un vero rammarico per i Lyons, che hanno dimostrato ancora una volta di poter mettere i bastoni tra le ruote a chiunque in questo campionato, ma che questa volta sono costretti a tornare a casa a mani vuote.
L’avvio è molto equilibrato e tattico con le due squadre che non vogliono scoprirsi sfruttando l’ottimo gioco al piede di Da Re e Biffi. Dopo 10 minuti prima sortita dei Lyons in attacco, ma Mogliano difende bene e recupera il pallone dopo una prolungata fase di attacco bianconera. Si confrontano due delle migliori difese del campionato, e in questo primo tempo il confronto è serrato: a fare la differenza è la disciplina, con i Lyons che risalgono il campo a suon di calci di punizione, arrivando a giocare una touche sui 5 metri avversari che viene trasformata in oro dalla mischia bianconera con la meta marcata di forza da Acosta al 19’. I Lyons dopo la prima marcatura mantengono il controllo del gioco, ottenendo un nuovo calcio di punizione nella metà campo avversaria al 25’, che stavolta viene tramutato in tre punti da Joaquin Paz, anche oggi incaricato dei calci verso i pali.
8-0 alla mezz’ora per i Lyons, che però negli ultimi dieci minuti della prima frazione devono subire la reazione del Mogliano, che trova la forza di risalire il campo appoggiandosi alla mischia chiusa, come già fatto nella partita di andata. Dopo diversi minuti di pressing nell’area dei 22 bianconeri è Drago a sfondare il muro e marcare in mezzo ai pali, complice un placcaggio mancato da parte della linea difensiva dei Lyons. Il primo tempo si chiude dunque con le squadre vicinissime nel punteggio sul 7-8.
Nella ripresa il canovaccio non cambia, con entrambe le squadre determinate a non lasciare spazio agli avversari e le difese che la fanno da padrone. La vera differenza la fa il reparto avanzato del Mogliano, che mette in croce la mischia dei Lyons e dopo un duro lavoro ai fianchi prende il sopravvento. La svolta della partita è al minuto 61’, quando dopo una rimessa laterale Nicolò Ceccato rompe un paio di placcaggi e guadagna una decina di metri: da lì in avanti l’azione è inarrestabile, e il pallone arriva all’ala opposta dove Guarducci marca la meta del sorpasso e che taglia le gambe ai Lyons. Una grande lezione per la squadra bianconera: due cali di tensione, due mete subite. A questo livello la squadra non può permetterselo. Negli ultimi 20 minuti Mogliano fa il suo e tiene a bada i tentativi dei Lyons, che lentamente perdono fiducia scontrandosi contro il muro degli uomini di Salvatore Costanzo. I veneti coronano il successo con la terza meta allo scadere, con Ceccato che legittima una prestazione sontuosa con la marcatura personale che toglie anche il punto di bonus difensivo ai bianconeri.
Niente da fare dunque per i Lyons, che sono scesi in campo dopo un mese di pausa con tanta voglia e aggressività, che ha fruttato un ottimo primo tempo, ma che si sono dovuti arrendere alla superiorità fisica del Mogliano, che con una grande prestazione degli avanti ha meritatamente portato a casa il successo dopo aver sudato le classiche “sette camicie”. Per i bianconeri ci sarà subito l’opportunità di rifarsi, con la ghiotta occasione fornita dal calendario che prevede la sfida tra le mura amiche contro la Lazio ultima in classifica. I Lyons hanno ancora molto da dire a questo campionato, e anche oggi lo hanno dimostrato con una prestazione coraggiosa e tenace. Con il rientro di qualche pedina importante, i Lyons possono ancora difendere la settima posizione dall’assalto delle Fiamme Oro.

MOGLIANO RUGBY 1969 v SITAV RUGBY LYONS 21 – 8 (7-8)
Marcatori: pt. 19' m. Acosta (0-5); 26' c.p. Paz (0-8); 36' m. Drago tr. Da Re (7-8) st. 61' m. Guarducci tr. Da Re (14-8); 78' m. Ceccato N. tr. Stella (21-8)
MOGLIANO RUGBY 1969: Abanga (63' Stella); Pavan, Dal Zilio, Drago (63' Zanatta), Guarducci (v. Cap); Da Re (66' Spironello), Garbisi (63' Fabi); Derbyshire, Corazzi (Cap.), Finotto (55' Zago); Lamanna, Bocchi (55' Sutto); Ceccato N., Bonanni, Appiah (53' Ceccato A.) all.: Costanzo
SITAV RUGBY LYONS:  Biffi; Via G., Paz (v. Cap), Bruno (Cap.), Borzone (70' Cuminetti); Katz, Efori (53' Via A.); Salvetti, Petillo (53' lekic), Moretto; Tedeschi (68' Borghi), Cemicetti; Salerno (53' Canderle Fi.)(75' Salerno), Rollero (53' Cocchiaro), Acosta (59' Cafaro) all: Garcia
Arb. Chirnoaga (Roma)
AA1 Schipani (Benevento), AA2 Erasmus (Treviso)
Quarto Uomo: Toneatto (Udine)
Cartellini: --
Calciatori: Da Re 2/3, Stella 1/1 (Mogliano Rugby 1969); Paz 1/3 (Sitav Rugby Lyons)
Note: Pomeriggio sereno a tratti leggermente coperto con un po' di vento freddo, temperatura 10°C, terreno di gioco in buone condizioni, partita disputata a porte chiuse per emergenza Covid-19.
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 4; Sitav Rugby Lyons 0
Player of the match:  Ceccato N. (Mogliano Rugby 1969)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby - I Lyons fanno tutto benissimo ma cedono alla rimonta del Mogliano nel finale

SportPiacenza è in caricamento