rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Rugby

Il Piacenza Rugby batte il CUS Milano e bussa alla porta della Serie A

Ora tutte le attenzioni sono per la gara di domenica prossima quando i biancorossi avranno la possibilità di chiudere il campionato e di ritornare in Serie A dopo otto anni di assenza.

Piacenza Rugby vicinissimo alla promozione in Serie A; con la preziosa vittoria sul CUS Milano sale a 96 punti in classifica ritrovandosi a solo quattro punti da quota 100, considerata la soglia per raggiungere la matematica certezza della promozione. Al termine del campionato mancano infatti soltanto due partite con dieci punti a disposizione, e visto che il Lecco si trova a 89 punti potrà al massimo raggiungere quota 99.
Vincendo domenica prossima sul sintetico di Recco, i biancorossi avranno quindi la possibilità di raggiungere e forsa nche superare “quota 100”, aggiudicandosi così la promozione in seria A con un turno di anticipo. Tanto entusiasmo e anche un po’ di tensione nel pre-partita, ma la squadra scesa in campo ha presto sciolto ogni dubbio e regalato agli appassionati presenti in tribuna bel gioco e divertimento, soprattutto nel primo tempo quando i biancorossi hanno espresso un gioco veloce, dinamico e con belle azioni corali, dominando la generosa squadra avversaria che nulla ha potuto contro lo strapotere dei padroni di casa.
Le quattro mete segnate nel primo tempo (ma potevano essere almeno due di più se il pallone non fosse sfuggito di mano ai biancorossi proprio nel momento di depositarlo in area di meta) e le due trasformazioni hanno consentito di chiudere il primo parziale sul punteggio di 24 a 0. Al 9’ apre le marcature Alberti A., di cui si sottolinea l’incisiva prestazione agonistica, che finalizza una serie di pick&go impostati dopo una bella touche vinta a due mani da Cornelli (5-0). La seconda meta è di Lekic dopo un bellissimo esempio di gioco corale (10-0). Poi saranno Marazzi e Cornelli ad andare a bersaglio con Fermi che realizza dalla piazzola (24-0). Nell’intervallo coach Grangetto, rivoluziona il quindici in campo, attingendo a piene mani alla panchina, e al 46’ è Ben Kalhed a proiettarsi in meta (per la seconda domenica consecutiva come ha tenuto sottolineare nel dopo partita). Questa volta a centrare i pali dalla piazzola è Trabacchi che non si vedeva in campo da maggio dello scorso anno (31-0). A questo punto il Piacenza spegne i motori, lascia iniziativa, gioco e campo al Cus che prontamente ne approfitta e nel giro di quindici minuti rifila ben tre mete ai biancorossi con una sola trasformazione (0 a 17 il parziale) non sufficiente per riaprire la partita, ma certamente per riuscire a mettere qualche punto interrogativo ai padroni di casa. In finale di gara, i piacentini si riprendono la scena prima con Casali Alessandro che va a segno al 77’ (36-17) dopo un gioco di avanti partiti da una touche in prossimità della linea di meta, e infine ancora con Marazzi che prima recupera il pallone dal calcio di rinvio e poi, dopo solo otto passaggi con Cisint e Bilal che seminano il panico nella difesa cussina, riceve e va facilmente in meta chiudendo la partita sul 47-13 e guadagnandosi il premio “Poggiarello” come miglior giocatore dell’incontro. Ora tutte le attenzioni sono per la gara di domenica prossima quando i biancorossi avranno la possibilità di chiudere il campionato e di ritornare in Serie A dopo otto anni di assenza.

Piacenza Rugby – Cus Milano 43 – 17

PIACENZA RUGBY: Beghi, Viani (1’ st Botti), Zampedri, Castagnoli (1’ st Trabacchi), Bacciocchi, Cisint, Negrello (17’ Fermi), Cornelli (1’ st Bilal), Marazzi, Roda, Benkhaled, Lekic (1’ st Casali A.), Codazzi, Bertelli (1’st Alberti M.), Alberti A. (25’st Viganò) All. Grangetto.

ARBITRO: Bisetto di Treviso.

MARCATORI: 9’ mt Alberti A. (5-0); 13’ mt Lekic (10-0); 21’ mt Marazzi tr Fermi (17-0); 35’mt Cornelli tr Fermi (24-0); secondo tempo: 6’ mt Ben Khaled tr Trabacchi (31-0); 15’ mt Dufour tr Macchi (31-7); 21’ mt Ghelli (31-12); 30’ mt Ghelli (31-17); 34’ mt Casali A. (36-17); 37’ mt Marazzi tr Trabacchi (43-17).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza Rugby batte il CUS Milano e bussa alla porta della Serie A

SportPiacenza è in caricamento