Questo sito contribuisce all'audience di

Il carrarmato Nure volley travolge anche Mirandola ed è campione d'inverno

Prosegue la corsa del Carpaneto, bel successo al tie break anche per il River. Bene San Nicolò, mentre Team 03 e Podenzano si aggiudicano i derby

NURE VOLLEY – VOLLEY STADIUM  MIRANDOLA 3-1

(20-25, 25-23, 25-22, 25-22)

NURE VOLLEY: Galliani 2, Brigati 20, Eleonora Fava 7, Erica Fava 5, Arfini 14, Sudario 9, Musiari (L), Cesena 2, Benzi 7, Carini K, Carini D., Guinne. All. Capra-Lena 

Il Nure volley esce vincitore nel big match che mette di fronte due squadre appaiate in testa alla classifica. Una partita ricca di attesa che ha entusiasmato il folto pubblico accorso al palazzetto di San Giorgio. Un successo che incorona le piacentine con il titolo di campione d’inverno, frutto di tre punti di vantaggio sulla stessa Mirandola e sul Centro Reggiano che con la vittoria di sabato raggiunge le modenesi al secondo posto in classifica. Coach Capra decide di partire con: Musiari libero, Sudario ed Eleonora Fava al centro, Erica Fava e Brigati di mano, Galliani in palleggio e Arfini opposto.

LE CLASSIFICHE E TUTTI I RISULTATI

Entrambe le squadre partono molto contratte, si capisce che la posta in palio è alta, ci sono parecchi errori sia in battuta che in attacco. Fino a metà set si gioca punto a punto, poi un allungo delle modenesi risulta decisivo per la conquista del parziale 25-20. Nel secondo set Capra sostituisce in banda Erica Fava con Benzi, le ragazze del Nure partono meglio, riescono ad ottenere qualche punto di vantaggio ma il Mirandola non molla trascinato dal capitano Natali, bravissima in tutti i fondamentali, e riesce a rimanere attaccato alle piacentine fino a quando cede ad un attacco in fast del capitano Sudario dopo aver annullato un set point. L’inizio del terzo parziale promette bene, le piacentine forti del successo nella frazione precedente sono più sciolte ed iniziano a mettere in mostra la loro pallavolo, il gioco è più fluido e si arriva sul 24-19. Ma il Mirandola non è in testa alla classifica per caso, continua a lottare su ogni pallone, annulla tre set point fino a quando un errore in attacco di Ruggiero consegna il 2-1 alle piacentine. Nella quarta frazione, quando si pensa che la partita possa essere indirizzata a favore delle ragazze dei presidenti Vincini e Roleri, il Mirandola forza il servizio mandando in crisi la ricezione delle piacentine; alcune pipe di Ruggero e la varietà dei colpi in attacco di Natali fanno il resto e portano le modenesi sul 21-15. Quando ormai la partita sembra destinata al tiebreak il Nure cambia marcia e dimostra di essere una grande squadra. Sfruttando un fantastico turno di battuta di Erika Fava, subentrata nel parziale a Benzi, le piacentine mandano in tilt la ricezione del Mirandola che questa volta non riesce più a reagire; si arriva al mach point e un attacco out dell’opposto modenese chiude la partita tra il tripudio generale.

Un lungo applauso si scatena dalla tribuna del palazzetto di San Giorgio dal caloroso e affezionato pubblico ad entrambe le squadre, che si sono dimostrate pronte per il salto di categoria, dando vita ad un incontro emozionante facendo vivere forti emozioni ai presenti. Individualmente per il Nure si segnalano l’ottima prestazione delle schiacciatrici Brigati e Arfini brave a mantenere sempre uno standard elevato per tutta la durata dell’incontro. Per finire l’analisi di coach Capra dopo questo importante successo: «Non è stato facile formare da 12 individualità diverse, per età ed esperienza, un gruppo e successivamente una squadra. Abbiamo cercato di guardare alla crescita complessiva passando per le doti individuali e cercando di farle emergere. Le prestazioni si sono pian piano incrementate di livello fino ad arrivare alla vittoria nell'ultima di andata. Adesso bisognerà trovare un po’ più di continuità di gioco per affrontare al meglio il girone di ritorno che sarà comunque difficilissimo con tre squadre che si contenderanno il primato».

LIBERTAS STERILTOM - CORLO SASCO MO 0-3

(18-25, 16-25, 22-25)
LIBERTAS STERILTOM: Pontoglio 17, Garlaschelli, Groppi,  Benvenutti, Ricordi, Delorenzi 1, Giordano 10, Capra 4, Mazzoni 7, Filippi 5, Garilli (L). Allenatore: Feroldi 
Continua il momento negativo per la Libertas Steriltom che subisce una pesante quanto meritata sconfitta contro il Corlo Sasco. Incontro a senso unico con i piacentini incapaci di fatto di creare opposizione alla formazione modenese che incassa senza particolari patemi l'intera posta in palio. Coach Feroldi tiene a riposo Ricordi e schiera Capra in regia, Pontoglio opposto, Giordano e Delorenzi al centro, Mazzoni e Filippi di mano con Garilli libero. Il gioco non decolla e la ricezione traballa sui servizi precisi degli ospiti obbligando i biancorossi a scelte spesso scontate. I primi due set scappano via in un battibaleno. Solo nel terzo una lieve reazione dei piacentini rende l'incontro un po' più equilibrato. Quando la Libertas Steriltom sembra aver ritrovato il bandolo della matassa tutto viene vanificato con un clamoroso errore arbitrale: 25-22 e vittoria da tre punti per il Corlo. Ora la pausa di fine andata: due settimane importanti per il recupero di tutti gli acciaccati. La speranza è quella di rivedere alla ripresa la squadra piacentina di inizio stagione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Bobbiese in vetta

  • Piacenza-Vicenza 2-1: i biancorossi trovano il gol vittoria nel recupero con Della Latta

  • Serie C - Piacenza tutto cuore e grinta: Pergreffi e Della Latta ribaltano il Vicenza

  • Piacenza - Franzini: «Abbiamo vinto da grande squadra». Della Latta: «Risultato frutto del gruppo»

  • Fiorenzuola-Forlì 1-0, i rossoneri strappano una grande vittoria

  • Piacenza - Le pagelle: Della Latta firma un gol da sballo al 92'. Prova monstre di Sestu

Torna su
SportPiacenza è in caricamento