Questo sito contribuisce all'audience di

Il Nure volley resta saldo al comando, inciampa il Podenzano

Belle vittorie esterne per San Nicolò, Carpaneto e Cadeo, il River supera l'Energy e si piazza in una tranquilla posizione di classifica

L'esultanza della Ltp Vap

LIBERTAS STERILTOM – REAL SALA BOLOGNESE 3-0

(25-18, 25-23, 29-27)
LIBERTAS STERILTOM: Garlaschelli 1 , Capra 4, Pontoglio 9, Giordano 12, Garilli, Delorenzi, Mazzoni 12, Ricordi 9, Filippi 7, Agosti (L), Allenatore Feroldi
Minimo sforzo con il migliore risultato per la Libertas Steriltom nella gara casalinga contro la compagine bolognese del Real Sala. I biancorossi scendono in campo con la stessa formazione delle ultime uscite: Capra in regia, Pontoglio opposto, Mazzoni e Filippi di mano, Giordano e Ricordi al centro con Agosti nel ruolo di libero. La Libertas Steriltom parte con il giusto piglio: la correlazione muro-difesa funziona discretamente ed il parziale scivola via velocemente fino al 25-18. Nel secondo set i piacentini si rilassano oltremodo: quando tutto sembra volgere al meglio subiscono il ritorno degli ospiti. ma senza disunirsi chiudono comunque il set a proprio favore 25-23. Il terzo parziale sembra la copia del precedente. I biancorossi non riescono a dare il colpo definitivo e sono costretti ai vantaggi. Comunque alla fine arriva il 29-27 e tre punti incamerati. La vittoria, seppur non schiacciante, consente alla compagine biancorossa di approcciarsi alle prossime gare con maggiore serenità.

LEGGI TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

TEXCART MONDIAL CARPI-NURE VOLLEY  1-3

(25-19, 13-25, 21-25, 22-25)

NURE VOLLEY: Galliani 5, Benzi 9, El. Fava 11, Er. Fava 15, Arfini, Sudario 15, Musiari (L), Cesena, Brigati 15, Carini J., Carini D., Galelli. All. Capra e Lena

Importante successo quello riportato dalle ragazze del Nure volley contro il Texcart Mondial Carpi. Coach Capra decide di partire con la stessa formazione del sabato precedente: Musiari libero, Sudario ed Eleonora Fava al centro, Erica Fava e Benzi di mano, Galliani in palleggio e Arfini opposta.

Nel primo set la Texcart vince 25-19, gioca un parziale praticamente perfetto difendendo tutto quello che si può difendere e commettendo pochissimi errori. Nella squadra piacentina funziona bene la fase di cambiopalla, male la fase break , arrivano  i punti dai centrali (saranno 10 alla fine della frazione) ma la battuta non è incisiva , il muro è troppo scomposto e anche in difesa cade qualche pallone di troppo.

Nel secondo parziale Capra inserisce Brigati, non ancora al meglio, nel ruolo di opposto; l’ingresso giova alla squadra, tutte le ragazze iniziano a giocare come sanno fino a ristabilire con facilità la parità 25-13. Il terzo e quarto set sono molto simili (25-21, 25-22), le locali danno tutto quello che hanno lottando su ogni pallone; il punteggio rimane in equilibrio fino a quando sul finale le accelerazioni e le migliori qualità tecniche e fisiche delle piacentine permettono di allungare e chiudere parziali e contesa. Individualmente da segnalare la buona prestazione di Galliani che distribuisce al meglio il gioco e manda in doppia cifra ben quattro giocatrici, aiutata anche da buone percentuali di ricezione della squadra; come sempre importante l’ingresso in battuta di Cesena, ormai una sicurezza anche in situazioni di punteggio difficili.

Nota dolente di giornata il muro: all’attivo soli 5 punti in 4 set, con l’aggravante di diversi mani-out subiti. Alla fine rimangono tre punti molto pesanti conquistati contro una buona squadra su un campo ostico , questo permette di mantenere la vetta della classifica, seppur con pochi punti di vantaggio dalle dirette inseguitrici. 

CENTRO VOLLEY REGGIANO-LTP VAP 3-1

(25-27, 25-16, 25-20, 25-14)

Sconfitta in terra reggiana per le giovani rivergaresi, opposte alla forte formazione del Centro Volley Reggiano, una delle pretendenti al salto di categoria. Alla fine le locali hanno vinto meritatamente, anche se dalle giovani ragazze del presidente Riscazzi ci si aspettava qualcosa di più. Coach Chiappafreddo parte con la formazione dell'ultima partita e precisamente: diagonale Rocca S.-Chinosi, bande Mazzocchi e Rocca B., al centro Molinari e Contardi ed infine Bersanetti in seconda linea. L'avvio è promettente (2-4, 7-9 e 11-13), le ospiti sono ordinate e reggono gli scambi con le più esperte locali. E' ancora un buon turno di battuta di Contardi a dilatare il vantaggio (14-17); le locali ovviamente non ci stanno e trascinate dall'opposto Spagnuolo ricuciono lo strappo (21-22) ed hanno la palla per giocarsi il set-point. Reagiscono bene le piacentine e dopo aver annullato la chance avversaria riescono a capovolgere il risultato e chiudere sul 25-27.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si riparte con la formazione del Vap invariata. Le locali reagiscono prontamente ed alzano i giri del motore (6-4, 11-7 e addirittura 16-9), il tecnico delle ospiti prova a cambiare la diagonale palleggiatore-opposto senza sortire alcun effetto (19-13, 21-14) con le piacentine opache e ben diverse rispetto al primo set. Sull’1-1 le ragazze di Chiappafreddo reagiscono ed il match si mantiene in parità (4-5, 9-10). Le locali riescono ad allungare sul 17-14, in casa piacentina entra Caviati per Rocca, ma le locali si dimostrano fredde e spietate chiudendo il set 25-20. Nel quarto set chi si aspetta la pronta reazione delle piacentine resta deluso, le reggiane prendono prontamente il volo (8-2, 12-6 e 17-8). Ormai la partita è segnata ed il set termina 25-14.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Piacenza - Un altro angelo biancorosso è volato in cielo, ci lascia Paolo Valdatta

  • Covid19 - I dati di martedì 24 marzo: 30 morti a Piacenza, i contagiati sono 96. Venturi: «Città vicina al picco»

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Piacenza Spoon River. Piangiamo 370 morti e un tasso di letalità apparente al 18%

  • L'addio a Paolo Valdatta, il "gigante buono" con la passione per calcio e pallavolo

Torna su
SportPiacenza è in caricamento