Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Grande Lpr, Verona battuta 3-2. VIDEO

Iniziamo dalla fine, da Samuele Papi sdraiato sul campo, stravolto, con tutti i compagni a festeggiarlo dopo che O’ Fenomeno ha messo a terra l’ultimo punto. Poi riavvolgiamo il nastro e ripartiamo da una giornata iniziata con la festa dei...

Fernando Hernandez, opposto dell'Lpr Piacenza



Iniziamo dalla fine, da Samuele Papi sdraiato sul campo, stravolto, con tutti i compagni a festeggiarlo dopo che O’ Fenomeno ha messo a terra l’ultimo punto. Poi riavvolgiamo il nastro e ripartiamo da una giornata iniziata con la festa dei tifosi per il ritorno in biancorosso di Leo Marshall (e gli striscioni ironici dei Lupi: “Noi odiamo i falsi…Magri”), conclusa dopo oltre due ore e 10 di una partita magari tecnicamente non perfetta ma emozionante come da tempo non si viveva a Piacenza. Tornano i sorrisi al PalaBanca, al termine di una battaglia infinita in cui l’Lpr esce vittoriosa grazie al carattere, alla grinta e soprattutto a una grande prova di squadra. Una rosa ricca di individualità di spessore riesce a trasformarsi in un gruppo, lo dimostrano le difese di Hernandez a inizio partita, lo conferma la stratosferica copertura di Manià quando Verona conduce 11-10 al tie break, una di quelle che da sole valgono la partita. Sulle qualità in attacco dei piacentini i dubbi sono pochi, se i biancorossi riusciranno a crescere anche nei fondamentali meno “visibili” continuando a giocare da squadra compatta avranno la possibilità di togliersi parecchie soddisfazioni.

LA VITTORIA DEL GRUPPO: DA CLEVENOT A MARSHALL
Con Verona è stata la vittoria del gruppo e i segnali che portano in quella direzione sono parecchi. Il primo: il comportamento di Clevenot. Il francese, reduce da due gare al di sotto dei suoi standard, parte in quinta e gioca un primo set da lustrarsi gli occhi, culminato con due lungolinea da manuale del volley nel finale del parziale. Poi, non per demerito ma per esigenze di squadra, è costretto a sedersi in panchina lasciando spazio a un super Papi, scelta obbligata per liberare il posto a Yosifov in quota stranieri. Ma quando il francese rientra riesce sempre a lasciare il segno, anche se torna fra i titolari solamente per pochi scambi. Il suo atteggiamento è quello giusto, così come è perfetto quello di Marshall: sa di avere tutti gli occhi addosso, paga un pizzico di emozione (ma forse anche qualcosa in più) in avvio, poi trova la continuità giusta per mettere la firma su una vittoria importantissima sigillata dalla sua pipe che annulla un match point di Verona. Delle altre garanzie c’è poco da dire: Alletti sta attraversando un periodo d’oro e non c’è bisogno del pallone del 16-15 nel tie break per confermarlo, Hierrezuelo inizia a divertirsi e insieme a lui festeggiano tutti gli attaccanti e il pubblico del PalaBanca, mentre per Hernandez bisognerà coniare qualche nuovo aggettivo. Non conosce la parola paura, è opposto vero come da tempo non se ne vedevano a Piacenza.

GIULIANI E GLI INCASTRI
Verona si appoggia a un Kovacevic che l’Lpr non riesce quasi mai a fermare, ma il merito della formazione biancorossa è quello di non arrendersi nemmeno quando gli ospiti arrivano a giocarsi due match point. E dopo aver citato tutta la squadra è giusto sottolineare anche i meriti di Alberto Giuliani; oltre a considerare l’aspetto tecnico deve anche presentarsi con la calcolatrice per non sbagliare i conti degli italiani in campo. Gli incastri non sono semplici, lui in oltre due ore di partita li azzecca tutti. Piacenza inizia a sorridere e fa il pieno di autostima e di entusiasmo, adesso deve preoccuparsi di trovare continuità.

PIACENZA – VERONA 3-2
(25-23, 21-25, 25-18, 20-25, 17-15)
LPR PIACENZA: Marshall 16, Tencati 2, Hernandez 25, Clevenot 7, Alletti 9, Hierrezuelo 7; Manià (L), Papi 5, Yosifov 6, Cottarelli. Ne: Parodi (L), Zlatanov, Tzioumakas. All. Giuliani
CALZEDONIA VERONA: Kovacevic 27, Anzani 10, Djuric 9, Ferreira 18, Zingel 15, Baranowicz 1; Giovi (L), Paolucci, Lecat, Mengozzi All. Giani
ARBITRI: Cesare e La Micela
NOTE: Spettatori 2600, incasso 16000. Durata set: 27’, 31’, 23’, 25’, 25’; tot. 131’.


La gara punto a punto
Aggiornamento - Djuric d'astuzia gioca sul muro e trova il 13-12, Hernandez pareggia, Kovacevic consegna il primo match point agli ospiti annullato da una pipe di Marshall. Ancora Hernandez tira ma sbaglia una palla difficilissima che finisce sull'asta ma mette a terra il 15-15. Alletti 16-15 Piacenza, poi chiude Papi.
A seguire tabellino e commento

Aggiornamento - Marshall trova l'11-11 dopo una super copertura di Manià. Ace di Hierrezuelo e Piacenza vola 12-11. Piacenza protesta su una doppia di Baranowicz non sanzionata dagli arbitri: Kovacevic trova il 12-12

Aggiornamento - Invasione di Anzani per il 7-7, poi Djuric passa sopra il muro per l'8-7 Verona. Clevenot, subentrato a Papi in prima linea, firma il 9-9, quindi il diagonale di Ferreira vale il 10-9 ma poi lo schiacciatore spedisce out il servizio

Aggiornamento - Djuric trova il 4-3 nonostante il muro biancorosso piazzato. Poi il diagonale di Kovacevic vale il 5-3, ma il muro di Piacenza accorcia le distanze e Hernandez pareggia

Aggiornamento - Kovacevic sorprende Hierrezuelo a muro e mette a terra il 22-16 Verona, Marshall trova il 18-22, poi Hierrezuelo commette fallo in rigiocata e regala il 19-24, quindi Anzani manda la gara al tie break

Aggiornamento - Errore al servizio di Yosifov, Verona conduce 17-14, dentro ancora Clevenot e Tencati per Papi e Yosifov. Marshall sbaglia l'alzata per Hernandez e Verona si porta 19-15

Aggiornamento - La veloce di Anzani vale l'8-8 del quarto set, poi il centrale manda fuori il servizio successivo. Verona sa che è l'ultima occasione da sfruttare per restare in partita e il solito Kovacevic sfrutta una ricezione biancorossa imprecisa per il 14-12 ospite

Aggiornamento - Marshall smarcato senza muro da Hierrezuelo spara a terra il 20-13, poi subisce il muro del 15-20 con Giuliani che chiama time out. Ace di Yosifov per il 23-17. Alletti mura il 24-17 e poi chiude con il 25-18

Aggiornamento - Un errore di Ferreira vale il 12-10 Lpr, poi Hernandez mette a terra il 13-10 e l'ace del 14-10 e l'attacco del 17-11

Aggiornamento - Il terzo set non trova un padrone negli scambi iniziali, il solito Hernandez mette a terra il pallone dell'8-7 Piacenza

Aggiornamento - Un Papi lucidissimo trova un astuto mani e fuori, poi l'ace di Hernandez vale il 19-23. Muro di Piacenza per il 21-23, poi Hernandez ci prova su una palla difficilissima e subisce il muro, quindi l'ace di Ferreira su Manià vale il 25-21 Verona

Aggiornamento - Hernandez subisce il muro del 18-13 Verona su una palla quasi impossibile poi piazza la parallela del 14-18. Piacenza soffre in ricezione e non riesce a rigiocare, Verona ne approfitta per il 21-14

Aggiornamento - Piacenza lentamente inizia a giocare e il muro di Papi su Djuric vale il 9-12, poi lo stesso Papi mette a terra anche il 10-13

Aggiornamento - Si riparte ma Piacenza non entra in campo e Verona vola subito 4-0 costringendo Giuliani a chiamare tempo. Hernandez commette fallo di seconda linea e gli ospiti volano 8-2, poi Manià subisce l'ace del 9-2

Aggiornamento - Piacenza arriva per primo a 20, ma a quota 21 le due squadre sono ancora spalla a spalla. Clevenot, appena rientrato, trova il bel lungolinea del 22-21 e quello del 23-22. Lecat manda in rete il servizio che regala il 24-23 a Piacenza, Djuric commette fallo di seconda linea e consegna il'1-0 all'Lpr

Aggiornamento - Dentro Papi e Yosifov, lo schiacciatore trova una superdifesa che permette a Hernandez di mette a terra il 18-15. Poi Piacenza accusa un black out in ricezione e Kovacevic trova il pallonetto del 19-19

Aggiornamento - Kovacevic trova quattro ace consecutivi: il primo e il terzo molto fortunosi con l'aiuto del nastro, il secondo su Marshall per il 10-12, il quarto su Clevenot per il 12-12. Poi Hernandez trova il 13-12

Aggiornamento - Kovacevic manda in rete l'attacco, Hierrezuelo spedisce fuori il servizio ma poi sbaglia anche Baranowicz: 8-7 Piacenza. Ace di Marshall e 10-7 per i padroni di casa, poi Hernandez trova il difficile 11-7 spazzolando la palla sul muro avversario

Aggiornamento - Giuliani manda in campo la coppia Marshall-Clevenot di banda, il sacrificato è Yosifov che parte in panchina. Alletti e Tencati sono i centrali, Hierrezuelo e Hernandez palleggiatore e opposto con Manià libero.

Squadre in campo al PalaBanca per la sfida fra Lpr e Verona. Biancorossi reduci da due sconfitte consecutive e a zero punti in classifica, scaligeri a quota 6 e primi in graduatoria. Dopo sei anni e mezzo torna Leo Marshall in maglia biancorossa.
Dalle 18.00 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento