Volley A1 maschile

Scanferla: «Il salto di qualità va fatto a livello mentale». VIDEO

Il libero domenica affronta il suo passato, visto che è nato e cresciuto a Padova. «Dovremo giocare con maggiore aggressività rispetto a Gara1»

Domenica avrete la possibilità di chiudere il discorso con la Kioene e concentrarvi sugli eventuali quarti di finale con Trento. Che vantaggio potrebbe darvi concludere la serie in due sole partite?

«Innanzitutto molto morale, perché i nostri avversari giocano in modo spavaldo, sono ragazzi giovani che non hanno nulla da perdere. Ragioniamo step by step, se dovessimo vincere domenica ci attenderebbe un’altra serie molto complicata».

Tu conosci bene l’ambiente di Padova dove sei cresciuto. Che avversario ti attendi?

«Sono tutti ragazzi che giocano senza pressioni e a viso aperto. Partiranno forte, iniziando dalla battuta come hanno fatto domenica scorsa. Noi dovremo essere bravi a cercare di giocare una sfida diversa rispetto a Gara1, con molta più aggressività».

Bernardi ha chiesto alla squadra più entusiasmo. State lavorando anche su questo aspetto?

«Sì. In questi giorni anche al video abbiamo visto cosa è riuscito di più e cosa ha funzionato meno. Ma al di là degli aspetti tecnici siamo convinti che il salto di qualità vada fatto a livello mentale; sarà obbligatorio partire subito forte soprattutto di fronte ad avversarie come Padova che giocheranno a mille».

Secondo te su che aspetto si deciderà la gara?

«Su quello mentale. Loro si esprimeranno al massimo e noi dovremo far altrettanto, consapevoli di dove possiamo arrivare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scanferla: «Il salto di qualità va fatto a livello mentale». VIDEO
SportPiacenza è in caricamento