rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Volley A1 maschile

La Legavolley contro il Cts: «Delusi e stupiti. Proposta sconcertante»

Si passa da una capienza del 35 fino al 50 per cento ma arriva un duro comunicato dal rappresentante delle società di vertice. «Chiedo fortemente al Governo di correggere il tiro»

Il Comitato Tecnico Scientifico nella serata di ieri ha fissato gli ingressi nei palasport al 50% delle capienze in zona bianca. Un avanzamento ritenuto "modesto" dalla Legavolley, che ha immediatamente replicato con un duro comunicato firmato dal presidente Massimo Righi.

“Siamo tutti fieri dei risultati delle nostre Nazionali e della splendida accoglienza ricevuta a Roma – commenta il presidente della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi. – Ovvio però che si trattasse di una occasione unica per rappresentare anche il malessere dei Club nei confronti del blocco spettatori al 35%. A fine serata è arrivata la doccia fredda dell’aumento modesto del 15%, quando per gli sport outdoor e gli altri spettacoli al chiuso l’incremento è stato ben altro. Ieri ci è stata riconosciuta una filiera di valori unica ed apprezzatissima dal Presidente della Repubblica Mattarella, ma nei fatti il Comitato Tecnico Scientifico ha disatteso le aspettative di giocatori e dei loro Club che si aspettavano di essere protagonisti di uno sport che gode della stessa considerazione degli sport outdoor e degli spettacoli culturali e musicali. Mi domando inoltre se i componenti del CTS abbiano mai assistito ad una partita di pallavolo. Se questo fosse il caso, non sono stati molto attenti alle dinamiche dei nostri spettatori sugli spalti, un ambiente assimilabile ad un pubblico teatrale. Se non sono mai venuti, li invito a farlo subito così da capire finalmente di cosa stiamo parlando! Chiedo fortemente al Governo di correggere la sconcertante proposta del CTS di lasciare pallavolo e basket come maglie nere dello sport italiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Legavolley contro il Cts: «Delusi e stupiti. Proposta sconcertante»

SportPiacenza è in caricamento