Questo sito contribuisce all'audience di

Grande prova Copra Elior, Perugia battuto 3-1

Difficile capire qual è l’aspetto più positivo della vittoria di Piacenza su Perugia. Se una classifica sempre più interessante, in cui il Copra Elior con una gara in meno ha sei punti di vantaggio su Trento e si porta a quattro di distanza dalla...

Le Roux contro il muro di Perugia. Il francese è stato grande protagonista del successo biancorosso (legavolley.it)
Difficile capire qual è l’aspetto più positivo della vittoria di Piacenza su Perugia. Se una classifica sempre più interessante, in cui il Copra Elior con una gara in meno ha sei punti di vantaggio su Trento e si porta a quattro di distanza dalla capolista Macerata, se il 100 per cento in attacco di Simon o i 15 punti di Le Roux entrato come un uragano a fine secondo set. Oppure se il 3-1 conta più per il morale in vista della sfida di ritorno con Kazan; di certo è che il successo sugli umbri permette di fare un bel rifornimento di autostima e i tifosi dimostrano di credere nella qualificazione in Final four, come conferma il coro intonato nel finale: «Luca Monti portaci in Turchia».

ALLUNGO - La Sir Safety crolla sotto 13 muri (a 3), ma dopo due set sostanzialmente equilibrati i padroni di casa prendono il sopravvento in ogni fondamentale. La ricezione regge alla grande, arginando Petric ma soprattutto un Atanasijevic potentissimo, De Cecco garantisce spettacolo e fa scattare in piedi il PalaBanca a più riprese, ma soprattutto è l’attacco a impressionare.

SORPRESA - Grazie anche a una scelta di Monti che coglie un po’ tutti di sorpresa: alla fine del secondo set fuori Vettori, miglior marcatore della prima frazione e positivo anche in quella successiva, e dentro le Roux. Non un cambio “punitivo”, ma una sostituzione che punta a togliere certezze agli umbri. Il francese si mette alla guida del convoglio Piacenza e travolge tutto quanto gli si para di fronte, aiutato dal centravanti di sfondamento Simon, che gioca la partita perfetta in attacco mettendo a terra tutti e 9 i palloni serviti da De Cecco.

A tenere il treno sulle rotaie ci pensa Samuele Papi; gli avversari lo evitano come la peste in ricezione e lui mette la firma sulla gara, specialmente all’inizio, con attacchi tutta tecnica e intelligenza. Rispetto alla gara persa con Kazan i biancorossi hanno anche un Fei in più nel motore, e già questo significa parecchio, quindi c’è Marra bravissimo anche sui servizi più temibili e Kaliberda complessivamente miglior marcatore dell’incontro.

VANTAGGIO - Insomma, funziona tutto in casa Piacenza, così Perugia deve arrendersi quando si spegne l’incubo Atanasijevic, crollato nel terzo parziale dopo due set spettacolari.
Mentre il PalaBanca festeggia dagli altri campi arrivano notizie più che positive: Trento lascia i tre punti a Cuneo e Macerata ne perde due con Città di Castello. Per il Copra Elior il secondo posto inizia a essere quasi blindato e se dovesse arrivare una vittoria nel recupero contro Ravenna allora anche la Lube entrerebbe nel mirino di Piacenza. Fin qui il campionato, che per qualche giorno deve lasciare obbligatoriamente spazio al sogno europeo. Nella speranza che la richiesta dei Lupi Biancorossi venga esaudita e che la formazione di Monti regali, e si regali, un viaggio in Turchia.

PIACENZA – PERUGIA 3-1
(25-20, 23-25, 25-16, 25-18)
COPRA ELIOR PIACENZA: Papi 10, Fei 7, Vettori 11, Kaliberda 19, Simon 12, De Cecco 2; Marra (L), Le Roux 15, Partenio, Tencati. Ne: Zlatanov, Husaj e Smerilli (L). All. Monti
SIR SAFETY PERUGIA: Vujevic 11, Buti 11, Atanasijevic 18, Petric 14, Semenzato 6, Paolucci 2; Giovi (L), Mitic, Cupkovic, Della Lunga 1. Ne: Della Corte, Barone e Fanuli (L). All. Kovac
ARBITRI: La Micela e Braico
NOTE: Spettatori 3600, incasso 25000

Il film della gara
Aggiornamento - Muro di De Cecco per il 4-3 Piacenza, poi Kaliberda chiude il servizio di Fei: 10-8. Quindi spettacolo De Cecco-Simon per il 12-9. Ancora protagonista il regista per un'altra azione spettacolare chiusa da Le Roux, quindi il muro di Simon vale il 16-11. Il francese spedisce fuori il 16-13 e Monti chiede tempo. Piacenza ormai ha un altro ritmo, anche perché Atanasijevic fatica tantissimo e il 22-16 di Simon fa tremare il PalaBanca, poi Piacenza si porta 23-17, poi Fei chiude per il 25-18.

Aggiornamento - Muro di De Cecco per il 4-3 Piacenza, poi Kaliberda chiude il servizio di Fei: 10-8

Aggiornamento - Buti attacca fuori, Atanasijevic protesta e si prende in rapida successione giallo e rosso per il 23-14 Piacenza. Poi Le Roux regala il primo set point ai padroni di casa e Kaliberda chiude 25-16

Aggiornamento - Il punto del 16-12 è spettacolo puro: De Cecco recupera un pallone nel campo di Perugia, due metri oltre il seggiolone dell’arbitro, e serve dalla seconda linea Le Roux che mette a terra. Quindi Vujevic manda out il servizio e Buti spara fuori il primo tempo per il 19-14 Piacenza consolidato dal doppio muro di Le Roux: 20-14 e 21-14

Aggiornamento - Si parte con Le Roux in campo al posto di Vettori e due muri su Atanasijevic, quindi tocca a Le Roux mettere a terra il 5-2 biancorosso. Perugia risale fino al muro su Fei del 7-7 e firma con Buti il 9-9. Ancora un super Le Roux mette a terra il 12-10 al servizio assegnato dal video check, poi Kaliberda ferma Atanasijevic a muro

Aggiornamento - Le Roux entra subito in partita, ma Perugia non sbaglia un colpo e vola 22-18. Piacenza ha la palla per il 21-23 ma Papi non trova il muro umbro e regala il set point agli ospiti. Marra difende la bordata di Atanasijevic e Le Roux mette a terra d'astuzia il 22-24, poi il pallonetto di Kaliberda vale il 23-24, quindi chiude Atanasijevic per il 25-23 Perugia

Aggiornamento - Ancora un Papi efficace in attacco mette a terra la parità a 13 e il 14-13 biancorosso. Ma Perugia non si stacca e Petric firma la pipe del 15 pari, quindi Buti porta di nuovo avanti gli umbri; Atanasijevic consegna ai suoi il 17-15 e suggerisce a Monti di chiamare time out. Non serve, anzi al rientro in campo due errori consecutivi dei biancorossi portano la Sir Safety avanti 19-15 e a una nuova sosta. Dentro Le Roux per Vettori

Aggiornamento - Il muro di Kaliberda e Simon ferma Atanasijevic e porta Piacenza 4-2, Vettori attacca out ma il video check vede l’invasione degli umbri per il 5-3. La battuta di Semenzato vale il 6-6, quindi Vettori commette l’invasione che consegna l’8-7 agli umbri, invasione che Piacenza ripete per il 12-10 Perugia

Aggiornamento - La difesa di Simon permette a Vettori di attaccare il 18-15, il servizio di De Cecco propizia il 20-16 di Fei con Kovac che chiede tempo. La sosta è utile: un'indecisione di papi e il successivo ace di Vujevic valgono il 21-18 e questa volta a fermare il gioco è Monti. Poi Papi in palleggio mette a terra il 23-19 sfruttando un'indecisione della difesa perugina, quindi due palloni di Vettori aiutati dal nastro (un attacco e un servizio) chiudono il parziale 25-20

Aggiornamento - Ace di Vettori per l’11-12, poi spara fuori un attacco dalla seconda linea ma il direttore di gara vede un tocco: 14-13 Copra Elior, quindi Papi mette a terra un lungolinea e poi ferma a muro Atanasijevic per il 16-13

Aggiornamento - Perugia manda in rete la pipe ma l’invasione di Papi regala il 4-4 agli ospiti, quindi Atanasijevic spara fuori il 7-5 Piacenza, Petric riporta la parità a 7. Perugia passa avanti con il 9-8 che sfrutta il muro locale. Gli arbitri non vedono un tocco di Kaliberda che avrebbe consegnato il punto agli umbri, quindi Vettori manda fuori il pallone dell’1-9 Perugia e Kaliberda regala il 12-9 agli ospiti

Piacenza e Perugia si affrontano nel big match della A1: al PalaBanca di fronte la seconda e la quarta forza del campionato. Monti ritrova Fei ma, come previsto, deve fare ancora a meno di Zlatanov, con Piacenza che ha l'obbligo per un paio di ore dimenticare la sfida di Champions con Kazan per concentrarsi sul campionato.
Giocano De Cecco in regia, Vettori opposto, Fei e Simon centrali, Papi e Kaliberda di banda con Marra libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento