Lunedì, 15 Luglio 2024
Volley A1 maschile

Copra Elior: 3-1 a San Giustino, parte la caccia a Macerata

Un solo momento di imbarazzo, nel finale di secondo set, per il resto il Copra Elior domina San Giustino, dimostra di saper superare anche l’unico periodo complicato che si trova di fronte nell’arco della gara e conquista tre punti che permettono...

Un solo momento di imbarazzo, nel finale di secondo set, per il resto il Copra Elior domina San Giustino, dimostra di saper superare anche l’unico periodo complicato che si trova di fronte nell’arco della gara e conquista tre punti che permettono ai biancorossi di mantenere a distanza Modena, quarta forza del campionato.

Il 3-1 in casa degli umbri (25-16, 21-25, 25-12, 25-18) consente di mettersi alle spalle una settimana burrascosa, in cui la panchina di Monti è sembrata sul punto di cadere, e soprattutto regala al Copra Elior la possibilità di affrontare Macerata sabato prossimo in casa con l’opportunità di agguantare i marchigiani al secondo posto in classifica. Grande attesa dunque per una giornata in cui si sfideranno le sei formazioni di vertice del campionato, con gli incroci Modena-Trento e Vibo-Cuneo oltre alla già citata Piacenza-Lube.

PAROLE - Le dichiarazioni bellicose della vigilia da parte di Marco Fenoglio, tecnico degli umbri, restano solamente parole. Perché fin dal via si capisce che i biancorossi sono di una categoria superiore. Il parziale di 7-0 a inizio set, con Fei al servizio, “ammazza” il set prima ancora che entri nel vivo. I padroni di casa hanno grossi problemi in attacco e il muro di Simon li evidenzia per il 17-9. Il tecnico dei padroni di casa inizia una serie di cambi che proseguirà per tutto l’incontro, ma serve a poco soprattutto perché De Cecco è in giornata, come conferma una veloce alzata in bagher a Simon per il 18-10.

RIMONTA - Messo in cassaforte l’1-0 anche al cambio di campo sembra che la gara sia segnata. L’ace di Fei fa il paio con quello di Holt e consegna il 6-2 al Copra Elior, capace di volare fino al 13-7. Poi si spegne la luce, presentando di fronte ai tifosi i fantasmi della sfida con Modena, proprio quelli che bisognava evitare. San Giustino risale e Piacenza si blocca in ricezione e in attacco. Due muri consecutivi su Papi consentono agli umbri di mettere la freccia, quello su Fei è il 22-18 con Monti che chiama Ogurcak per Papi. Zlatanov, un ace di De Cecco e un errore riportano sotto i biancorossi, ma la rimonta si ferma sul 21-23.

MATURITA’ - Inevitabile che si ripresenti lo spauracchio della sfida di Coppa Italia. Invece proprio sull’1-1 Piacenza dimostra di essere una formazione di livello assoluto. Alla ripresa del gioco torna a correre come nulla fosse successo: tre muri consecutivi di Holt valgono il 12-4 e spengono gli ardori dei tifosi umbri. Fenoglio continua a dare lavoro al segnapunti cambiando in continuazione, ma Zlatanov doppia San Giustino a 20 e quindi ancora un muro di Holt chiude il terzo set 25-12.

DECISA - Nella quarta frazione sembra ci sia nuovamente partita, perché al primo tempo tecnico l’Altotevere è avanti di due lunghezze. Ma non è il caso di rischiare, Simon firma il nuovo allungo e sul 13-9 si capisce che ormai la gara è decisa. Il muro a uno di De Cecco regala il 16-11 e da questo momento per Piacenza la gara è in discesa. Arrivano tre punti grazie a 16 muri di squadra (sei di Holt) con i due centrali in evidenza, capaci di attaccare con il 70 per cento (Simon) e il 71 (Holt), con Zlatanov miglior marcatore grazie ai 17 punti frutto del 61 per cento a rete e il regista De Cecco capace di mettere a tabellino 9 punti.

Si chiude 3-1 con i complimenti di Monti alla squadra; il terzo posto è solido nelle mani biancorosse e sabato, senza la paura di perderlo, contro Macerata si potrà capire di che pasta è fatto il Copra Elior attuale.

ALTOTEVERE SAN GIUSTINO - COPRA ELIOR PIACENZA 1-3 (16-25, 25-21, 12-25, 18-25)
ALTOTEVERE SAN GIUSTINO: Fiore 3, Van Den Dries 20, Mc Kibbin, Gradi, Cesarini (L), Bohme 4, Mattioli 1, Torre, De Togni 3, Maric 7, Cebulj 7. Non entrati Coali, Lo Bianco. All. Fenoglio
COPRA ELIOR PIACENZA: Latelli (L), Marra (L), Corvetta, Papi 8, Fei 11, Ogurcak, Simon 12, Zlatanov 17, Holt 12, Maruotti, De Cecco 9. Non entrati Tencati, Vettori. All. Monti
ARBITRI: Pasquali, Sampaolo
NOTE - durata set: 20', 26', 20', 22'; tot: 88'.

LE INTERVISTE - MONTI: «BRAVI A RESETTARE IL FINALE DI SECONDO SET»

Luca Monti è soddisfatto per i tre punti ma soprattutto per la prova dei suoi ragazzi, attesi da un riscatto dopo la bruciante delusione patita il giorno di Santo Stefano in Coppa Italia contro Modena.
«Siamo stati veramente bravi - attacca il tecnico biancorosso - a resettare la brutta parte finale del secondo set. Prima e dopo quel momento abbiamo giocato come sappiamo».

Poi passa ad analizzare l’aspetto tecnico.
«A un certo punto ci siamo trovati di fronte Maric e Cebulj che non sono ricevitori puri e siamo riusciti a fare male ai nostri avversari con il servizio, ottenendo ottimi risultati anche dal muro».

Non era facile giocare dopo una settimana complicata come quella che avete trascorso. Come avete reagito negli ultimi giorni?
«Ho visto un’applicazione notevole in allenamento. In palestra ho provato a cambiare qualcosa, dando maggiore pressione dal punto di vista tecnico. I ragazzi hanno risposto molto bene e spero di riproporre la stessa tensione anche nei prossimi giorni, per far vedere al nostro pubblico che il Copra Elior può giocarsela alla pari anche contro Macerata».

Dopo la battuta d’arresto con Modena ti sei preso molte colpe.
«E’ il nostro lavoro. Mi sono autoaccusato di essermi addormentato, perché non ho dato la possibilità a chi ne aveva bisogno di rifiatare durante la gara».

Sabato arriva Macerata, seconda contro terza in classifica.
«Una sfida stimolante per tutti: per il pubblico e per noi. Abbiamo la possibilità di raggiungerli in classifica, dobbiamo giocarci tutte le nostre chance».

Più critico Alessandro Fei, che punta l'indice sulla continuità: «Non abbiamo giocato una delle nostre migliori partite, non riusciamo a dare continuità, alla nostra prestazione per l’intero match. Su questo dovremo lavorare molte nei prossimi mesi, se vogliamo recitare un rulo da protagonisti in questo campionato».

La gara set per set

Aggiornamento terzo set - Rieccolo il Copra Elior implacabile, che non concede scampo agli avversari. Sull'1-1 i biancorossi cambiano nuovamente marcia e vincono il terzo set con un 25-12 che non ammette repliche. Papi porta le squadre al primo tempo tecnico sull'8-3, poi Holt diventa implacabile a muro: addirittura tre consecutivi valgono il 12-4, con Fenoglio che continua a voltarsi verso la panchina cambiando tutto il possibile. Ma non serve: Zlatanov spara a terra il 16-8 e poi il 20-10, quindi ancora Holt a muro chiude il parziale 25-12.

Aggiornamento secondo set - Sembrava tutto facile per il Copra Elior, invece una parte finale di set disastrosa permette a San Giustino di pareggiare i conti vincendo 25-21. I biancorossi partono bene: 4-0 con Fenoglio che pesca a piene mani dalla panchina. L'ace di Fei fa il paio con quello di Holt e consegna il 6-2 agli ospiti che arrivano anche a condurre 13-7. Poi Piacenza inizia a soffrire in ricezione e non riesce a risolvere i problemi della seconda linea con un buon attacco. Papi viene murato due volte consecutive per il primo sorpasso San Giustino (19-18), poi appoggia un pallone in palleggio per il 20-18 dei locali. Muro anche su Fei (22-18) con Ogurcak che prende il posto di Papi. Prima Zlatanov, quindi un ace di De Cecco e un errore dei padroni di casa sembrano dare ancora speranze ai biancorossi, risaliti 21-23, ma nel finale è San Giustino a chiudere pareggiando i conti.

Aggiornamento primo set - Avvio in discesa per il Copra Elior, che chiude 25-16 la prima frazione. San Giustino parte avanti 3-1, poi con Fei al servizio arriva un break di 7-0 in favore dei biancorossi che segna tutta la frazione. I padroni di casa hanno grossi problemi in attacco, il Copra Elior si appoggia su un ispirato De Cecco che addirittura serve una veloce a Simon in bagher per il 18-10. L'ace con una servizio flot di Papi vale il 23-13 e segna di fatto un 1-0 mai in discussione

Squadre in campo al PalaKemon, con il Copra Elior che cerca il risultato pieno a domicilio di San Giustino per mantenere a distanza Modena, che ieri ha superato 3-1 nell'anticipo Vibo Valentia. Monti manda in campo il sestetto consueto, con De Cecco in regia, Fei opposto, Simon e Holt al centro, Zlatanov e Papi di banda e Marra libero.

Segui la diretta su www.sportpiacenza.it

(foto Trongone)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Copra Elior: 3-1 a San Giustino, parte la caccia a Macerata
SportPiacenza è in caricamento