Volley A1 maschile

Una Gas Sales Bluenergy implacabile sgambetta gli ex imbattibili di Perugia: 3-0 e finale di Coppa Italia con Trento

Eccezionale prova dei biancorossi, che annullano cinque set point agli umbri nella frazione iniziale e poi si qualificano alla gara che domani assegnerà il trofeo. Arriva anche il pass per la Supercoppa del prossimo anno

GSE_banner_322x250_statico-2

Ecco la vera Gas Sales Bluenergy, quella attesa e rincorsa per buona parte del campionato e finalmente svelata con la versione più bella proprio sul palco più prestigioso. La squadra ricca di campioni che quando conta davvero non sbaglia, quella lucida, precisa, letale, supera 3-0 Perugia e si qualifica per la finale di Coppa Italia in programma domani alle 16 contro Trento.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Una formazione capace anche di qualche miracolo, ma i guizzi in realtà si sono visti a sprazzi anche durante la stagione; quello che invece è mancato, e a Roma è stata presente fino alla nausea, è la capacità di tenere costantemente un ritmo altissimo senza mai arretrare di un millimetro di fronte alle spallate di Perugia. Così dopo una serie infinita di vittorie gli imbattibili umbri cadono nel momento più importante, quello in cui proprio non si può sbagliare.

Alla fine della partita Massimo Botti rende onore agli avversari e si comporta da vero signore spiegando che la Sir Safety non era nella giornata migliore. Vero, però i biancorossi sono bravissimi a non permettere mai alla capolista della Superlega di rientrare in partita. Perché riavvolgendo il nastro dell’incontro, c'è stato un momento da brividi. Dopo un primo set da urlo da parte di Piacenza gli umbri riescono a recuperare con una serie al servizio di Giannelli e arrivano anche a giocarsi cinque set point tutti annullati dalla Gas Sales Bluenergy che poi sfrutta la prima occasione per passare in vantaggio. Questa è la forza in più dei biancorossi, mai mettere il motore in folle ma rimanere sempre con la marcia più alta, anche quando si tratta di fare a sportellate con avversari che fino a questo pomeriggio si erano sempre dimostrati più performanti. Non solamente in campionato, ma in tutti e nove gli scontri diretti giocati dalle due formazioni nella storia delle società.

Al Palazzo dello sport di Roma c’è anche un centinaio di Lupi Biancorossi che segue alla lettera i dettami della squadra: i tifosi sono numericamente inferiori agli avversari, anche di parecchio, ma si fanno sentire dal fischio d’inizio fino all’esultanza finale che coinvolge sostenitori, pubblico e staff. Già, perché non bisogna dimenticare il lavoro di chi tutti i giorni opera dietro le quinte: Leal tre giorni fa non solo non si staccava da terra, ma addirittura faticava a camminare. Poi medici e fisioterapisti lo hanno rimesso in piedi in extremis e lo schiacciatore ha chiuso come uno dei più positivi in attacco. Anche a loro va un applauso.

Bisognerebbe anche parlare di una partita in cui la battuta dei biancorossi ha fatto davvero la differenza. La Gas Sales Bluenergy non è stata perfetta nel fondamentale come nel primo set di domenica scorsa contro Civitanova, ma si è rivelata letale in ogni momento decisivo. Però quando il servizio non ha funzionato ha sopperito una difesa a tratti a livelli spaziali, rigiocate intelligenti, nessuna fretta di chiudere i colpi, un muro mai così attento. E dall’altra parte della rete non c’era una formazione di amatori, ma la squadra campione di tutto che per una sera si è inchinata a un avversario superiore.

L’aspetto negativo? Purtroppo i biancorossi sono solamente a metà del cammino. Domani c’è la partita che assegna la vittoria e sarà quella davvero importante, che potrebbe rimanere negli annali. Botti ha già vinto una Coppa Italia con Piacenza, anche se allora si trattava di Serie A2, adesso punta al bis. Intanto i biancorossi si sono qualificati per la Supercoppa del prossimo anno, ma a questa formazione è un traguardo che non può bastare.

SIR SAFETY SUSA PERUGIA-GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 0-3

(28-30, 20-25, 22-25)

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 2, Semeniuk 9, Resende Gualberto 7, Rychlicki 11, Leon Venero 8, Russo 4, Piccinelli (L), Colaci (L), Herrera Jaime 1, Plotnytskyi 4, Ropret 0. N.E. Solé, Mengozzi, Cardenas Morales. All. Anastasi

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 5, Santos De Souza 6, Simon 10, Romanò 13, Leal 11, Caneschi 5, Scanferla (L), Basic 0, Gironi 1, Recine 0. N.E. Hoffer, Alonso, De Weijer, Cester. All. Botti

ARBITRI: Cesare, Florian

NOTE - durata set: 33', 25', 25'; tot: 83'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una Gas Sales Bluenergy implacabile sgambetta gli ex imbattibili di Perugia: 3-0 e finale di Coppa Italia con Trento
SportPiacenza è in caricamento