Questo sito contribuisce all'audience di

Tognassi: «Conta vincere». Silva: «Partita difficile»

Sale la febbre da derby in città con l’avvicinarsi della sfida che, molto probabilmente, deciderà le sorti di un intero campionato. Sui media è già iniziato il tamtam degno delle grandi occasioni e, sia Piacenza che Pro, da due settimane stanno...

Da sinistra: Diego Tognassi e Jacopo Silva (foto Trongone-Galli-Spreafico)
Sale la febbre da derby in città con l’avvicinarsi della sfida che, molto probabilmente, deciderà le sorti di un intero campionato. Sui media è già iniziato il tamtam degno delle grandi occasioni e, sia Piacenza che Pro, da due settimane stanno lavorando duramente per preparare al meglio la madre di tutte le partite. Per il Piacenza sarà una partita da dentro o fuori per quanto riguarda il discorso promozione; per il Pro ci sarà comunque tanto da perdere, in primis la possibilità di giocarsi il finale di stagione in tutta serenità senza rischiare di sbandare. Già perché una sconfitta nel derby potrebbe complicare non poco una pratica quasi archiviata, ed è quel quasi che obbliga tutto l’ambiente rossonero a rimanere sul pezzo. Di carne al fuoco quindi ce n’è da vendere e la carica intrinseca a questo match è davvero tanta. Questo lo si capisce anche da quanto è emerso dalle parole di due protagonisti - nonché portavoce degli umori dei due spogliatoi - come Diego Tognassi e Jacopo Silva.

TOGNASSI - «Vogliamo a tutti i costi fare una prestazione da Piacenza per dimostrare a tutti, tifosi e dirigenza, che la loro fiducia è stata ben riposta in noi – attacca il capitano del Piacenza – purtroppo quest’anno, a causa di tanti nostri errori, non ci siamo sempre riusciti per cui, per noi, è vitale ripagare l’affetto e il seguito che la piazza ci riserva ogni partita». E’ una sfida il cui esito conta tantissimo. «Il risultato, ovviamente, conta tantissimo. Tuttavia credo, ai fini della lotta per la conquista del campionato, che solo il Pro Piacenza, a questo punto, può buttare via il primo posto. Da parte nostra invece, dovremo crederci fino in fondo per onorare la casacca che indossiamo. Lo dovremo fare a partire da domenica, in una partita che entrambe le squadre non possono perdere. Loro, forse, saranno avvantaggiati perché la giocheranno con un vantaggio in classifica molto rilevante, ma noi abbiamo grande voglia di vincere». L’ultima vittoria in campionato prima della sosta ha ringalluzzito non poco gli animi dei biancorossi. «Arriviamo molto bene a questa partita. La gara sopra le righe che abbiamo disputato a Legnago ci ha dato grossa fiducia nei nostri mezzi, in quell’occasione si è dimostrata grande compattezza e ci vogliamo riproporre in questo modo anche domenica». Infine un appello ai tifosi. «Con i nostri tifosi non serve alcun appello, loro ci sono sempre e so che risponderanno alla grande anche domenica».

SILVA - «Sarà una partita molto difficile, verrà decisa dagli episodi – osserva il rossonero Jacopo Silva – d’altronde è così quando la posta in gioco è alta e si affrontano due squadre toste, con attacchi forti e una gran voglia di vincere». Una gara sentita quindi. «Per noi il risultato di questa gara è fondamentale. Vincere vorrebbe dire spedire una diretta avversaria per la vittoria finale a -13 in classifica, quindi è un’occasione molto importante da sfruttare». Al di là di come andrà a finire domenica, questa partita sarà decisiva per la sorte del campionato? «Sinceramente non posso rispondere a questa domanda. Come con i 13 punti di vantaggio il discorso non sarebbe completamente chiuso, a maggior ragione lo sarebbe a sette punti. In ogni caso le partite sono ancora tante e può succedere di tutto». Il Pro sta vivendo un periodo non molto fortunato sul fronte infortuni. «Ultimamente sul fronte infortuni non ci gira benissimo. Abbiamo dovuto fare a meno di due giocatori importanti come Cazzamalli e Franchi ma, devo dire, quelli che sono stati chiamati in causa per sostituirli hanno dato, nell’emergenza, un valido contributo. A parte questo, arriviamo molto bene a questa partita e siamo assolutamente determinati a fare nostra l’intera posta. Il pubblico? Ci sarà sicuramente un colpo d’occhio strepitoso come all’andata, cose del genere, in D, non si vedono di frequente».
Marcello Astorri
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento