menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Salmi, il nuovo tecnico del Fiorenzuola

Francesco Salmi, il nuovo tecnico del Fiorenzuola

Fiorenzuola - Salmi: «Il gruppo è da rifondare»

Ventisei anni di panchina, una quindicina di squadre allenate e otto salti di categoria (l’ultimo nella stagione 2014-2015 con il Lentigione) più o meno equamente suddivisi tra Eccellenza e serie D. Questo il biglietto da visita di Francesco Salmi...

Ventisei anni di panchina, una quindicina di squadre allenate e otto salti di categoria (l’ultimo nella stagione 2014-2015 con il Lentigione) più o meno equamente suddivisi tra Eccellenza e serie D. Questo il biglietto da visita di Francesco Salmi, l’uomo a cui il presidente Pinalli, i fratelli Baldrighi e i fratelli Pighi hanno affidato il rilancio del Fiorenzuola dopo l’ultima deludente stagione, culminata con la retrocessione in Eccellenza. Per convincere Salmi, reduce dall’esperienza sulla panchina della Juniores della Reggiana, a sposare la causa rossonera è bastata una telefonata di pochi minuti, nella quale non è stato alcun modo affrontato il tema del rimborso: “Sono sincero – spiega il nuovo tecnico del Fiorenzuola – quando è arrivata la chiamata del presidente Pinalli ci siamo subito trovati in sintonia. Per me l’accordo era già stato trovato sulla parola, prima ancora del nostro successivo incontro. L’aspetto economico non ha influito in alcun modo sulla mia scelta. Il presidente Pinalli, indipendentemente da quella che sarà la categoria nella quale ci troveremo a dove giocare, mi ha chiesto di poter tornare a divertirsi. Per quanto mi riguarda, sono stato spesso a Fiorenzuola da avversario e dentro di me ho sempre pensato che, un giorno, mi sarebbe piaciuto allenare i rossoneri”.

Lei era sulla panchina dello Scandiano ai tempi di un pirotecnico 5-4 per il Fiorenzuola, nella stagione 2007-2008, dopo una rimonta epica dei rossoneri.
“Voi vi ricordate bene di quella partita perché la vinceste, ma io mi ricordo molto bene anche di altre due partite giocate a Fiorenzuola da avversario. La prima con lo stesso Scandiano, una sfida memorabile finita 1-1, con il pubblico che alla fine applaudì a scena aperta le due squadre e poi una con la Correggese, vinta dalla mia squadra 2-0 dopo aver giocato una partita praticamente perfetta”.

La società le ha affidato un ruolo attivo anche in sede di campagna acquisti. E’ possibile anticipare i nomi di qualcuno dei confermati dall’ultima stagione e gli obiettivi?
“Dobbiamo parlare con Petrelli, Guglieri e Reggiani, che vorremmo confermare insieme a qualche prodotto del settore giovanile. Ma è evidente che il gruppo è in gran parte da rifondare. Stiamo già lavorando sul mercato, dovranno arrivare circa dieci giocatori nuovi. Ma non voglio una rosa sterminata, perché bisogna avere un occhio di riguardo nei confronti dei ragazzi del nostro vivaio”.

Ci risulta che un’altra squadra piacentina l’abbia contattata prima del Fiorenzuola. Ce lo conferma?

“Confermo, ho avuto un contatto con il Carpaneto. Ne approfitto per ringraziare il presidente Rossetti per l’interessamento nei miei confronti, ma ho dovuto escludere Carpaneto per una ragione esclusivamente logistica. Arrivando dalla provincia di Bologna, non me la sono sentita di allenarmi alla sera”.
Filippo Ballerini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento