rotate-mobile
Serie C

Tabbiani: «Brutta partita», Quaini: «Decisa da un episodio». Attento Fiorenzuola, dietro corrono. Le pagelle

Il tecnico: «Il problema che stiamo vivendo ora è che siamo pochi, viviamo una situazione difficile: bisogna restare vicini ai ragazzi, al di là del girone di ritorno che non soddisfa nessuno bisogna avere l’umiltà per raggiungere l’obiettivo principale della stagione».

Mister Tabbiani compatta lo spogliatoio dopo la prestazione piuttosto anonima e la sconfitta del suo Fiorenzuola. «È stata obiettivamente una brutta partita: il campo non aiuta nessuno perché la palla è difficile da gestire e vissuta su un episodio. Il problema che stiamo vivendo ora è che siamo pochi, viviamo una situazione difficile: bisogna restare vicini ai ragazzi, al di là del girone di ritorno che non soddisfa nessuno bisogna avere l’umiltà per raggiungere l’obiettivo principale della stagione. I ragazzi vanno aiutati nelle difficoltà, ora è giusto mantenere equilibrio perché non voglio che perdano spensieratezza e positività».
Un commento arriva anche con riguardo alla direzione di gara, piuttosto incerta in alcune occasioni, anche per l’esordio in serie C dell’arbitro. «Al di là del risultato è un momento complicato del campionato e serve gente capace di gestire certe situazioni: l’esperienza aiuta a gestirle».

L’ultima chiosa è sugli infortuni, con l’ultimo patito da Currarino (collaterale) che rischia fortemente di chiudere qui la stagione. «Penso di non avere mai avuto nove, dieci infortunati: siamo una squadra abituata ad allenarsi a ritmi elevati e questa cosa è mancata nell’ultimo periodo. Stiamo vivendo una situazione che non ho mai visto prima, basta guardare la distinta».
A raccontare della gara e del momento no della squadra è anche il centrale Quaini che guarda già al prossimo appuntamento, con la trasferta in infrasettimanale a Carrara. «É stata la classica partita decisa da un episodio come spesso accade in questa categoria. Nella ripresa abbiamo provato a dare una reazione ma il pareggio non è arrivato. Ora è inutile pensare alle cose che non vanno ma serve fare gruppo e tirarci fuori da questo momento negativo: martedì abbiamo l’occasione di rifarci, il pensiero è per la partita con la Carrarese. Importante è fare punti per essere matematicamente salvi».

Mister Pagliari è felice per la partita della sua Recanatese godendosi appieno il bottino strappato al Pavesi. «É una vittoria veramente importante in questo momento dopo il passo falso immeritato con l’Alessandria. Primo tempo secondo me molto bene, potevamo sfruttare altre due occasioni. Ripresa un po’ meno anche perché il campo non ha aiutato. Avevamo preparato determinate chiavi tattiche: abbiamo aggredito in una certa maniera, soprattutto nel primo tempo. Palle gol non ne abbiamo subite tante».

La pagelle di Nicolò Premoli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabbiani: «Brutta partita», Quaini: «Decisa da un episodio». Attento Fiorenzuola, dietro corrono. Le pagelle

SportPiacenza è in caricamento