rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Serie C

Il Fiorenzuola vuole cancellare il 2023. Domenica parte da Renate la corsa salvezza. Arrivano D'Amico e Maffei dal mercato

I rossoneri, penultimi, hanno bisogno di punti per togliersi dalla zona rossa e perché in coda c'è lo scontro diretto Novara-Alessandria. Il Fiore ritrova in panchina mister Tabbiani. Dal mercato arrivano l'esterno D’Amico dall’Avellino e il terzino Maffei dal Catania.

Il Fiorenzuola riparte da Tabbiani e dal Renate (fischio d’inizio domani alle 14) per la prima gara del girone di ritorno. All’andata al Pavesi finì con la vittoria dei brianzoli per una rete a zero, domenica i rossoneri inseguiranno i primi punti in un 2024 che si preannuncia in salita. Una salita ancora percorribile, a patto che si ritrovi quella compattezza di squadra che mister Turrini aveva iniziato a tracciare con il suo avvento in panchina.

Il Renate non è più l’underdog delle passate stagioni: la vittoria in casa nerazzurra è tornata soltanto lo scorso 23 dicembre dopo un ciclo di pareggi e sconfitte con i tre punti incassati in precedenza sul campo del Vicenza all’ottava di campionato, undici giornate prima. Ventitré i punti in classifica, nove in più del Fiorenzuola che resta penultimo con una lunghezza di vantaggio sull’Alessandria (nel frattempo i Grigi hanno finalizzato il passaggio di proprietà con il primo CDA della nuova gestione) che incrocerà il Novara nel pomeriggio, una sfida che può smuovere la classifica nelle parti più calde e toccare da vicino proprio i rossoneri.
Per Tabbiani la gara di domani non si preannuncia sotto i migliori auspici, almeno guardando all’infermeria: tanti i casi di influenza che hanno interessato la squadra con Oddi, Ceravolo, Bondioli, Nava, Beretta e Musatti che stanno smaltendo i sintomi. Fuori dai giochi anche Di Quinzio per infortunio e Sussi che deve scontare un turno di squalifica.

In campo il primo dubbio si pone tra il 4-3-3, schieramento preferito dal tecnico ligure e più affine alla rosa rossonera, ed il 3-5-2 che era stato adottato da Turrini per garantire più copertura a centrocampo. L’arrivo in prestito dell’esterno D’Amico dall’Avellino, giocatore con netta propensione offensiva, lascerebbe pensare al ritorno a centrocampo ed attacco a tre ma la transizione potrebbe anche non essere immediata. Sempre sul fronte mercato è in arrivo anche il terzino Mattia Maffei, che Tabbiani ha già avuto nella prima parte di stagione a Catania.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Sorzi; Gentile, Potop, Nava, Oddi; Stronati, Nelli, Musatti; Gonzi, Alberti, Morello. All. Tabbiani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Fiorenzuola vuole cancellare il 2023. Domenica parte da Renate la corsa salvezza. Arrivano D'Amico e Maffei dal mercato

SportPiacenza è in caricamento