Questo sito contribuisce all'audience di

Il "caso Modena" è solo l'ultimo della via Crucis emiliana. E' ora che la Lega stabilisca nuove regole

Il Modena si avvia verso la radiazione a campionato in corso, i canarini ripartiranno se va bene dai dilettanti. Prima di loro, nel giro di pochi anni, ci sono passati Piacenza, Parma, Spal, Ravenna e Rimini. La Lega deve essere supervisore e garante nella cessione dei club

Il caso Modena - che ufficialmente non è ancora chiuso, ma lo sarà a breve con il terzo 0-3 a tavolino e la conseguente radiazione decisa dalla Lega nei prossimi dieci giorni - è solamente l’ultimo tassello della via Crucis emiliana. Ora il Modena, prima la Spal, il Ravenna, il Parma, il Rimini e il Piacenza. Tutti club con un passato glorioso che hanno annusato, visto o vissuto la Serie A e che negli ultimi 6 o 7 anni sono stati costretti a ripartire dai dilettanti. Ognuna di queste ha una storia particolare alle spalle, inutile fare la gara a “chi ha sofferto di più” anche se, onestamente, la fine del Modena è davvero incredibile perché avviene a due mesi dall’inizio del campionato con i tifosi che oltre al teatrino dei salvatori della patria dell’ultimo istante - questo è il gran classico delle settimane pre fallimentari - si sono pure sciroppati due partite perse a tavolino con lo stadio chiuso, uno 0 in classifica e un imminente penalizzazione che sfiorerà i 10 punti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ ora che la Lega metta un freno definitivo a queste situazioni perché oltre ai calciatori - ai quali va sempre la solidarietà ma che troveranno un nuovo ingaggio - ai dipendenti - loro sì che entrano in un vero dramma con la perdita del posto di lavoro - o tifosi, a rimetterci, e molto, è proprio la Lega stessa che subisce un danno di immagine e credibilità. Il prodotto perde colpi, ogni anno i gironi sono martoriati dalle penalizzazioni e ben venga la riforma dei campionati ma in concomitanza è strettamente necessario che la Lega trovi nuovi parametri, se necessario più stringenti, all’atto delle iscrizioni: la fideiussione non basta più. E’ necessario avere le garanzie economiche prima di iscriversi e occorre che la stessa Lega possa intervenire, come garante o supervisore, nella cessioni dei club perché negli ultimi anni se ne stanno vedendo di tutti i colori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento