Giovedì, 18 Luglio 2024
Serie C

Fiorenzuola - Ecco mister Andrea Bonatti: «Club solido e consapevole, è l'esperienza che cercavo». FOTO

Parte l’era post Tabbiani. Il nuovo tecnico: «Nessuno può impedirci di sognare, ma rimaniamo radicati nei binari della realtà». Il ds Bernardi: «Ciclo nuovo, condividiamo le sue idee di calcio». Il presidente Pinalli: «Felici di essere in C per il terzo anno consecutivo».

Prime parole da allenatore rossonero per mister Andrea Bonatti approdato sulla panchina del Fiorenzuola e pronto a guidare la formazione valdardese alla terza stagione consecutiva in serie C. Il tecnico bresciano è stato introdotto dal DS Marco Bernardi. «Siamo ripartiti con un nuovo ciclo dopo l’esperienza con Tabbiani. L’obiettivo era quella di individuare un allenatore giovane con un’idea di calcio condivisa con la società: dopo alcuni colloqui la scelta si è orientata su Andrea che condivide i nostri valori tecnici ed umani; è un tecnico che arriva da esperienze anche più blasonate ma ha compreso il contesto in cui arriva, è il profilo giusto da inserire nei meccanismi del Fiorenzuola».


«SANA AMBIZIONE» - «Sono contento di essere stato scelto, è il tipo di esperienza cui ambisco»: così mister Bonatti ha aperto la sua presentazione. «La prima parola è stata “coerenza”, una parola che descrive bene chi siamo. Posso dire con positività che ho riscontrato piena consapevolezza ed orgoglio di chi siamo. Viviamo momento storico ed economico particolari, Fiorenzuola ha saputo negli ultimi sei anni alzare l’asticella mantenendo certi parametri. Mi appartiene caratterialmente una sana ambizione, ci sono tutti gli ingredienti per fare il massimo».


4-3-3 E OCCUPAZIONE DEGLI SPAZI - Cambia la guida tecnica ma un punto che dovrebbe restare fermo è quello del modulo di base con il 4-3-3 già visto durante il ciclo Tabbiani. «L’idea è quella di mantenere il dominio della palla - ha spiegato il DS Bernardi - E di partire con il gioco dal basso», concetti già espressi dal Fiorenzuola in passato. «Non mi piacciono gli integralismi, credo in un discorso di occupazione degli spazi - ha poi proseguito mister Bonatti - Ho già avuto modo di parlare telefonicamente con alcuni dei calciatori in rosa, con ognuno di loro ho cercato elementi di connessione e ho sentito parole di grande determinazione e voglia di lavorare: ereditare una squadra ben allenata è più facile».


«VALORIZZARE GIOVANI E ALLENATORE» - Anche il presidente Luigi Pinalli ha voluto tributare al tecnico il personale benvenuto ribadendo i punti cardine della società Fiorenzuola: investimenti puntuali e mirati (anche in termini di infrastrutture) e valorizzazione del patrimonio umano della rosa. «Avevo dato mandato di trovare un allenatore che fosse vicino alla nostra filosofia, che è quella di valorizzazione giovani ma anche gli allenatori considerando i percorsi che poi hanno avuto una volta lasciata Fiorenzuola. Metteremo a disposizione una rosa che per noi è molto importante, starà a lui plasmarla».


ANCORA UNDER MA ARRIVA DI QUINZIO - Tra pochi giorni per i rossoneri sarà già tempo di ritiro con il calciomercato che entrerà nel vivo per completare la rosa. Prevista nella prossima settimana la firma con il centrocampista Davide Di Quinzio (classe 1989, l’anno passato in prestito alla Lucchese via Pisa) che offrirà un importante contributo in termini di esperienza al reparto. In avanti Thomas Alberti (classe 1998, che ha giocato in serie D con la maglia del Brusaporto segnando 19 gol, secondo miglior marcatore del girone B) prenderà verosimilmente il posto di Mastroianni. L’intenzione è comunque quella di proseguire sulla linea tracciata nelle due precedenti stagioni con almeno quattro under in campo.
 

Andrea Bonatti Fiorenzuola 1

Andrea Bonatti Fiorenzuola 2

Andrea Bonatti Fiorenzuola 3

Andrea Bonatti Fiorenzuola 4

Andrea Bonatti Fiorenzuola 5

Andrea Bonatti Fiorenzuola 6

Andrea Bonatti Fiorenzuola 7

Andrea Bonatti Fiorenzuola 8

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola - Ecco mister Andrea Bonatti: «Club solido e consapevole, è l'esperienza che cercavo». FOTO
SportPiacenza è in caricamento