menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un brutto Piacenza si ferma a Pistoia, i toscani vincono 2-0 con la doppietta di Luperini

Primo successo interno per gli Arancioni che battono un Piacenza a tratti irriconoscibile. Nella ripresa la traversa di Di Molfetta e il rigore sbagliato da Romero inceppano i biancorossi

Franzini doveva fare i conti con più di un’assenza: oltre ai soliti Porcari e Corazza, l’allenatore aveva i maggiori problemi in difesa con l’assenza di Bertoncini e un Silva non ancora pronto. E quindi Della Latta, centrocampista, è dovuto retrocedere al centro della difesa. In avanti, Pesenti preferito ancora a Romero. Asta schiera un 4-4-2 senza l’acciaccato Rovini (comunque in panchina) e programma una partita fatta di sacrificio e ripartenze. Un tema di gioco che gli riuscirà benissimo.

In avvio il Piacenza parte aggressivo. Sembra voler sbloccare subito la gara. Barlocco sguscia sulla sinistra e mette in mezzo un pallone molto interessante, ma Pesenti viene anticipato dalla difesa. Il momento chiave - che poi indirizzerà pesantemente la partita - è il 18: Luperini sparacchia un tiro senza troppe pretese appena dentro l’area, davanti c’è Troiani che lo stoppa con il braccio e l’arbitro indica il dischetto ed estrae il cartellino giallo. Un fischio crudele, ma che ricorda quello di cui beneficiò il Piacenza nella stracittadina di domenica scorsa. A rigor di regolamento, ci sta. Luperini spiazza Fumagalli. E pure il Piacenza, che dopo l’episodio diventa una pallida copia di sé, con poche idee e tutte confuse. Picchi gira fuori la palla del possibile 2-0. Il Piacenza ci prova ancora con Barlocco, uno dei pochi a salvarsi, ma Pesenti sul suo cross è in ritardo. Poi un colpo di testa di Troiani finisce alto. Nel primo tempo è tutto qui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento