rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Serie D - Il Piacenza sbanca Crema (0-1) e si prende il primo posto in classifica

Una rete dell'ex Recino decide una gara molto bloccata e regala il primato ai biancorossi nel Girone B: perdono il Caldiero e la Varesina (che deve recuperare una partita).

San Rocco Trasporti Banner

Pazienza, capacità di soffrire e sangue freddo. Questo aveva chiesto Rossini al suo Piacenza alla vigilia della delicatissima sfida nella tana di un Crema che scoppiava di salute (l’ha dimostrato) e in piena lotta per la salvezza, aggiungendo: «I valori sono azzerati in questo momento».
E infatti la domenica ha dato ragione al tecnico biancorosso che sbanca con un pizzico di fortuna il campo del Crema (0-1, decide il gol dell’ex Recino) al termine di una gara non giocata benissimo dal Piacenza, che fatica per larghi tratti, anche perché il Crema è bravo a bloccare tutte le fonti di gioco degli emiliani. Arrivano però tre punti che valgono doppio o triplo, perché nella domenica della “pazienza e capacità di soffrire” ci sono gli stop a sorpresa della ex capolista Caldiero (0-1 in casa contro la Clivense) e della Varesina (2-0 a Desenzano). Si disegna così una nuova classifica, molto dolce per il Piacenza che si ritrova finalmente in vetta dopo una rincorsa durata oltre 5 mesi: il Piace vola a 60 punti, il Caldiero rimane fermo a 58 e la Varesina inchiodata a 57 (ma deve recuperare una partita contro il Palazzolo).
Insomma, a Crema arriva la domenica praticamente perfetta che lancia il Piacenza nella volatona finale per la promozione: il prossimo turno è al Garilli contro il fanalino di coda Ponte San Pietro, altra gara da non sbagliare come tutte del resto.

Leggi qui la diretta della partita azione dopo azione

Leggi qui risultati e classifica dopo la 31a giornata

Rossini non presenta molte sorprese sull’undici di partenza, piazza Bachini (recuperato) in regia, davanti sceglie il tridente con Ndoye (che si schiaccia molto verso sinistra) e D’Agostino a supporto di Recino. Il Crema si conferma brutto cliente e parte forte, sfiora il vantaggio con Iddrissou (calcia alto da buona posizione) mentre gli emiliani rispondono con la rasoiata di Bachini che esce di poco; siamo al 15’. Si viaggia a ritmo compassato, il Crema prova a fare qualcosa di più, il Piacenza lascia l’iniziativa ai locali ma al 25’ Recino prima rimedia una ammonizione - era in diffida, salterà la gara col Ponte San Pietro - e poi di testa si divora il vantaggio. Il centravanti protesta per un tocco di mano del marcatore in area sull’assist di D’Agostino, ma l’arbitro fa correre. A parte altre due o tre azioni interessanti e mal rifinite da ambo le parti si chiude senza un reti un primo tempo in cui il Crema fa meglio e costruisce di più, il Piacenza si limita invece a tenere a bada il ritmo e a non rischiare più di tanto.

Si riparte con lo stesso canovaccio, ritmi lenti e squadre abbottonate. Rossini al 55’ prova il primo scossone: toglie Gerbaudo, riporta la coppia centrale Corradi-Bachini e butta dentro Zini a destra. Il cambio non porta granché col Piacenza che non soffre ma fatica a costruire qualcosa di vicino a un’azione pericolosa, con D’Agostino e Recino che galleggiano là davanti senza rifornimenti. Al 65’ l’episodio che cambia volto alla partita: Iob recupera un gran pallone a sinistra, Corradi scodella in mezzo, gran confusione in area dove spunta la zampata vincente di Recino che da due passi spacca in due il tabellino: 0-1. Il Crema inserisce Lovaglio e passa al 4-3-3, Corradi da buona posizione spara alto, la partita cambia improvvisamente volto. Rossini legge una possibile stanchezza tra i suoi, a 15’ dalla fine butta dentro anche Russo e Kernezo per Ndoye e D’Agostino, cercando quindi preziose forze fresche. Al 75’ sulla punizione dalla trequarti sinistra Lucenti spizza di testa e allunga per Iddrissou che sul secondo palo arriva in ritardo di un soffio. L’agonismo cresce e volano colpi proibiti, il Piace si gioca anche gli ultimi due cambi di peso: fuori Bachini e Recino, dentro Artioli e Marquez. All’86’ brivido vietato ai deboli di cuori: Gallo conclude a rete da ottima posizione in area, Moro è super e salva ma la palla rimane a danzare sulla linea, arriva Zini che spazza e salva tutto. Al 94’ Kernezo centra il palo, ma non c’è tempo di disperarsi: arrivano il triplice fischio e la vittoria.

Crema-Piacenza 0-1
Primo tempo 0-0

Crema: Ziglioli, Mapelli (41’ st Semenza), Cerri, Tomella, Accorsini, Lucenti, Varisco (12’ st Gentili), Ricozzi (49’ st Tronchetti), Gallo, Lussignoli (25’ st Lovaglio), Iddrissou. A disposizione: Burigana, Vailati, Bignami, Monza, Bourkaa. All.: Piccolo.

Piacenza (4-4-2) - Moro; Napoletano, Silva, Somma, Iob; Corradi, Bachini (38’ st Artioli), Gerbaudo (10’ st Zini), Ndoye (30’ st Russo), D’Agostino (30’ st Kernezo), Recino (38’ st Marquez). A disposizione: Maianti, Del Dotto, Berton, Baudouin. All.: Rossini

Arbitro: Liotta di Castellamare di Stabia (assistenti Pellergrino di Torino e Fumagallo di Novara)

Reti: 20’ st Recino

Note - Ammoniti: Recino, Somma, Zini. Recuperi: 2’ pt, 5’ st. Corner: 6-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D - Il Piacenza sbanca Crema (0-1) e si prende il primo posto in classifica

SportPiacenza è in caricamento