Questo sito contribuisce all'audience di

Serie C - Sfiduciato il fronte dello «stop». E se la sintesi fosse giocare solo i playoff?

Bari e Reggiana esultano per la possibilità di tornare in campo, Ghirelli perde i pezzi, la Gazzetta dello Sport prova a fare il riassunto: «Si giocano solo i playoff?». A questo punto, però, Monza, Vicenza e Reggina non sarebbero d'accordo. E' il caos in Lega Pro

Di questa formazione del Piacenza già in 6 hanno rescisso: Milesi, Pergreffi, Cattaneo, Marotta, Della Latta e Sestu

Nemmeno il tempo di dire che la Serie C «deve tornare in campo» e subito si è alzato il polverone di chi vota per lo stop definitivo della Lega Pro. Impensabile, in qualche modo bisognerà tornare in campo. Bari e Reggiana esultano, il presidente Ghirelli manda una lettera ai presidenti scrivendo che «la Serie C non è in grado di andare in campo», Gravina, numero uno della Figc, viaggia spedito sul «tutti ripartano». Come finirà? La Serie C tornerà realmente a giocare?

Come spesso accade ad anticipare le soluzione è un articolo della Gazzetta dello Sport, scritto da Nicola Binda, prestigiosa firma del quotidiano che fa una sintesi su questa giornata convulsa.
La palla ora passa al Governo che dovrà decidere il prossimo 28 maggio nell’incontro tra il ministro Spadafora e la Federcalcio. Cosa accadrà? La Gazzetta ipotizza che la soluzione, alla fine, potrebbe essere quella di una Serie C in campo per disputare solo i playoff, quindi niente campionato. “Il cambio di format - si legge sulla Gazzetta - consentirebbe di far giocare solo playoff e playout, con una formula rivista e più snella, ma magari con tutte le squadre coinvolte in campo, comprese le tre capolista (Monza, Vicenza e Reggina) e le ultime tre (Gozzano, Rimini, Rieti). In teoria potrebbero essere 36 squadre, ricalcando il vecchio regolamento: le 28 dei playoff più le prime 3 si dovrebbero giocare le 4 promozioni, le ultime 5 dei tre gironi dovrebbero evitare le 9 retrocessioni”.

Si potrebbe andare anche oltre, cioè l’ipotesi di cambiare addirittura il format - da oggi è previsto - e disputare in alternativa dei mini playoff e mini playout. A parte quest’ultimo caso, le altre due opzioni prevedono un ritorno in campo del Piacenza che ora deve fare i conti con una rosa ridotta all'osso perché il conto dei 18 giocatori è fuorviante: ci sono dentro 4 portieri e 2 Berretti con zero presenze in Lega Pro, i giocatori realmente pronti non sarebbero più di 13 e la retroguardia sarebbe composta da 4 terzini su 5 difensori.

Attenzione inoltre a valutare l’ipotesi di disputare solo dei playoff, il Monza ad esempio ha 16 punti di vantaggio sulla secondo, ha praticamente due piedi in B, potrebbe anche schierarsi contro alla possibilità di giocarsi tutto in partite da dentro o fuori quando nel campionato potrebbe gestire tranquillamente un vantaggio. Tutto questo per dire che il caos è forte, capire come andrà a finire la partita sulla Serie C è davvero impossibile e le ipotesi di «stop scontato» portate avanti da alcuni dirigenti nei giorni scorsi sono state letteralmente spazzate via. Ora si è azzerato tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Un bel Piacenza strappa un punto prezioso sul campo del Como. Intensità e aggressività, ma l'attacco rimane a secco

Torna su
SportPiacenza è in caricamento