Questo sito contribuisce all'audience di

Pighi conferma la fiducia a Manzo e a Di Battista, ma a tempo determinato. «Dieci giocatori andranno fuori rosa e ne arriveranno quattro nuovi»

Giornata complessa in casa Piacenza, in mattinata confronto serrato tra dirigenti e tecnico. Si prepara una mezza rivoluzione ma quello del presidente è quasi un ultimatum: «Mi aspetto una svolta già da mercoledì contro l'Albinoleffe». Scianò: «Il nostro budget è in media con quello delle altre, la rosa da 29 giocatori è stato un errore»

Il dg Marco Scianò e il presidente Roberto Pighi

Non è ultimatum, ma poco ci manca. Oggi è stata una giornata piuttosto complessa in casa Piacenza, dopo il pareggio in extremis di sabato contro la Pergolettese la mattinata stava prendendo una brutta piega, con il lavoro di mister Manzo e del direttore tecnico, Simone Di Battista, sul banco degli imputati.
La riunione a quattro, insieme al presidente Pighi e al direttore generale è proseguita per tutto il pomeriggio, in totale tre ore di confronto fiume da cui sono usciti degli indirizzi ben precisi. La fiducia in Manzo e quindi in Di Battista c’è: «Tuttavia sarà decisiva la sfida di mercoledì contro l’Albinoleffe» ha aggiunto Pighi.
E’ proprio il numero uno di via Gorra a intervenire e a spiegare in prima persona quando successo. «C’è stato un confronto e ovviamente, se c’è stato, è perché non siamo contenti né di alcune scelte tecniche come la rosa extra large di 29 giocatori, né dell’andamento di classifica o dell’atteggiamento in campo della squadra negli scontri diretti. I toni del confronto sono stati civili - prosegue Pighi - ma alcuni punti fermi sono necessari a partire fin dalla partita di mercoledì».

LEGGI QUI LA MATTINATA IN CASA PIACENZA

Il presidente prende fiato e poi snocciola il percorso: «Senz’altro saranno sfoltiti una decina di giocatori dalla rosa attuale, l’obiettivo è quella di renderla più snella e cercheremo di piazzare tutti, con altri proveremo a rescindere e altri ancora finiranno fuori rosa già a partire dalla prossima gara con l’Albinoleffe. Dopodiché opereremo quattro acquisti sul calciomercato di gennaio, arriveranno quattro giocatori già pronti per la Serie C e da Piacenza».
Ma qui c’è una curiosità importante, a spiegarla è lo stesso Pighi. «Abbiamo una lista di dieci giocatori tra cui Manzo ne potrà scegliere quattro, a patto che questa scelta sia avvallata da lui, dal dg Scianò e dal direttore tecnico. Tutti devono prendersi la responsabilità dell’azione mettendo una firma accanto al nome scelto. Ho chiesto a Manzo se la sentisse di salvare il Piacenza a queste condizioni, ha detto che la sfida lo stimola e quindi rimane al suo posto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento