menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anthony Taugourdeau, il regista biancorosso firmerà con il Trapani

Anthony Taugourdeau, il regista biancorosso firmerà con il Trapani

Piacenza-Trapani: c'è l'accordo per Taugourdeau. Ora servono almeno due colpi importanti

Il club biancorosso è stato accontentato sul piano economico. La sua cessione può accendere il mercato del Piacenza: in cima alla lista della spesa rimangono Di Quinzio e Mungo

Destinazione Trapani. Il Piacenza sembra intenzionato ad accettare l’offerta del club siciliano retrocesso in Lega Pro a maggio che ha presentato un’offerta concreta per il regista francese: si parla di accordo importante per il cartellino e un contratto triennale al giocatore a cifre che sono quasi il triplo di quelle che percepisce dal Piacenza (passerebbe da 50 a 140mila euro). L’affare dunque si farà, a meno che le altre pretendenti, Pisa, Lecce e Cesena, non siano disposte ad entrare nell’asta contro il Trapani che sta cedendo Coronado al Palermo (circa 1 milione di euro) e quindi ha disponibilità in cassa. L’affare Taugourdeau al Trapani costa una cifra vicino al milione di euro, tra cartellino e ingaggio lordo, operazione dunque decisamente importante che avvicina sempre di più “Togò” alla Sicilia.

Decisiva la volontà del giocatore che nel corso dell’ultimo mese, dopo i tentativi di Pisa e Lecce, la “strana” intervista rilasciata in cui ammiccava al Cesena e l’assalto del Trapani, non ha mai speso una parola per voler rimanere in biancorosso. Chiaro l’intento di Taugourdeau di lasciare l’Emilia dopo due stagioni importanti, chiaro l’intento della società di prendere in considerazione la sua eventuale partenza (contratto in scadenza nel 2018) solamente davanti a un’offerta importante per il cartellino, così si devono leggere le parole di Marco Gatti quando disse: «Taugourdeau è incedibile perché al centro del nostro progetto». Si sa com’è il calcio e quelle parole erano per mettere un punto: le “Roi” si muove solo se siamo accontentati sul piano economico.

D’altronde tenere un giocatore controvoglia, senza motivazioni, rischia di mettere in crisi lo spogliatoio ancora prima di iniziare; Togò dunque partirà nei prossimi giorni - a patto che nessuno si inserisca in un’eventuale asta - e così il Piacenza ora non dovrà prendere più tre giocatori importanti, ma gli innesti di un certo livello diventeranno quattro. Fermo restando che un difensore ancora arriverà al pari di una seconda punta, adesso la società deve buttarsi a capofitto sul mercato e strappare due centrocampisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento