menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessio Sestu in azione

Alessio Sestu in azione

Piacenza - Sestu: «Orgogliosi di quello che stiamo facendo ma possiamo migliorare. Vorrei chiudere qui»

L'esterno parla a trecentosessanta gradi della sua esperienza in biancorosso. «A Piacenza sto davvero bene, mi farebbe piacere proseguire con questa maglia. Gli allenamenti extra? A un certo punto curi molto il particolare ma gran parte del segreto è nella testa»

Un po’ come lo scorso anno con almeno 5 o 6 squadre indicate per la vittoria.
«Questo è vero come è vero che ogni stagione fa storia a sé. Questa stagione siamo ripartiti cambiando molto rispetto alla passata, dico che dobbiamo essere orgogliosi di quanti ottenuto finora ma con la consapevolezza che possiamo migliorare la nostra condizione di classifica. L’importante adesso è finire il mese nel miglior modo possibile».

Esterno a cinque, esterno a quattro, ala destra nell’attacco a tre o seconda punta. Dove sta meglio Alessio Sestu?
«Sinceramente a me questi cambiamenti mi danno stimoli nuovi, è bello cambiare ruolo a seconda della partita perché mi fa piacere essere a disposizione del tecnico e della squadra».

Lei va in scadenza nel giugno 2020: cosa c’è nel futuro di Alessio Sestu?
«Piacenza è un ambiente che mi fa stare bene a partire dalla società, passando per compagni, tifosi e città. La mia idea è quella di continuare in biancorosso, proseguire il cammino con questa maglia mi farebbe davvero piacere perché la voglia c’è. Poi ovviamente le cose vanno fatto insieme con la società ma non ho alcuna fretta, tutto ha un suo tempo».

La domanda in realtà era propedeutica alla seconda: Sestu in campo corre come un ragazzino non come un calciatore di 36 anni.
«Mi fa piacere che si veda ed è importante quando si arriva a una certa “età calcistica” stare bene fisicamente. E’ un momento che mi sento benissimo, mi sento di poter dare ancora molto e ne sono consapevole. Però non è solo una questione fisica, qui gioca un ruolo importante la testa, a Piacenza sto bene come ho detto prima e questo è fondamentale per un calciatore».

Il segreto sono degli allenamenti extra?
«Non è che faccia chissà che cosa però se c’è la possibilità per star meglio e tirare fuori qualcosa in più la sfrutto. E’ una questione di maturità, a una certa età curi molto il particolare per stare meglio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento