rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Scazzola: «Padova grande favorita per il campionato. Serviranno intensità e attenzione»

I veneti sono "in bolla" a causa di una positività al Covid di un elemento del gruppo squadra, ma la partita non è rischio. Si gioca al Garilli ore 14.30. Biancorossi senza Cesarini, davanti sarà l'ora della coppa Rabbi-Dubickas.

Realab Proposta2-74 (trascinato)Settimana decisamente impegnativa per il Piacenza che inizia domenica un trittico di partite con difficoltà diverse ma tutte altamente significative. Si parte domenica al Garilli (ore 14.30) contro la corazzata Padova, formazione indicata da tutti alla vigilia come la grande favorita per la vittoria del campionato (la qualità della rosa fa davvero paura) ma che sta incontrando alcune difficoltà, a conferma del fatto che il girone è davvero molto livellato. Poi trasferta infinita mercoledì pomeriggio ad Andria per la Coppa Italia, si giocherà in gara unica e chi vince stacca il pass per la semifinali, dopodiché il mese di novembre su chiuderà con un’altra delicatissima partita, in casa dell’Albinoleffe che staziona nelle zone alte di classifiche ed è sempre un cliente scomodo. La brutta notizia è che probabilmente il Piacenza dovrà affrontare tutta la settimana senza il suo uomo migliore, Alessandro Cesarini, fermato da un infortunio muscolare non c’è chiarezza sui tempi di recupero che rischiano di essere sui quattordici giorni.
Occorre comunque pensare un passo alla volta, questa è sempre stata la filosofia di Scazzola, perciò i pensieri sono rivolti solo ed esclusivamente al Padova degli ex Terrani, Saber e Della Latta. Padova che è entrato nella bolla a causa di una positività al Covid nel gruppo squadra, ma la partita da quanto appreso non è a rischio.

QUI PIACENZA
«Sarà una partita difficile - dice Scazzola - sembra banale dirlo, ma è così. Il Padova non ha punti deboli e dispone di molti giocatori con caratteristiche differenti, per me alla lunga vincerà il campionato perché è la più completa. Per quanto ci riguarda servirà una gara fatta di tanta intensità, perché quando ci siamo riusciti abbiamo messo in difficoltà chiunque, e una grande accortezza nella fase difensiva. Qui i numeri dicono che stiamo andando bene, soffriamo però troppo le palle inattive: vuol dire che serve maggior attenzione nel dettaglio della lettura della singola situazione e, ovviamente, qualcosa paghiamo perché non siamo un difesa particolarmente strutturata fisicamente per le palle alte».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Scazzola: «Padova grande favorita per il campionato. Serviranno intensità e attenzione»

SportPiacenza è in caricamento