rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Missione tre punti contro l'Arzignano. Scalise: «Gli applausi non devono bastarci, vogliamo la prima vittoria»

Cosenza squalificato, pronto Pezzola. Davanti Morra in vantaggio su Rossetti nel 4-3-1-2. Il tecnico: «Occorre iniziare ad affiancare i punti alle belle prestazioni, sennò è tutto vano. La squadra è in netta crescita ma spesso in Serie C sono decisivi gli episodi»

Banner Arco Gas Piacenza dal 15 settembreMissione tre punti. Si può riassumere così la vigilia del Piacenza e del suo tecnico Manuel Scalise che mettono nel mirino la gara di sabato sul campo dell’Arzignano (ore 14.30) che i biancorossi affronteranno senza lo squalificato Cosenza. Ossessione, quella della vittoria, che può portare ad energia positiva ma anche avere un risvolto negativo diventando quindi un argomento da prendere con molta cautela.
«Non parlerei di ossessione - spiega il tecnico - e nemmeno di ansia, semplicemente vogliamo i tre punti perché il percorso di crescita delle ultime tre gare ci dice che ce li meritiamo ed è ora di prenderseli. A Crema non siamo andati bene, nonostante si siano viste cose positive. Contro la Virtus c’è il rammarico di non aver concluso l’opera al termine di un gran secondo tempo e contro la Feralpi siamo rimasti dentro al match fino all’ultimo nonostante l’inferiorità numerica. Diciamo che da una partita e mezza siamo entrati nella mentalità della Serie C, con i suoi pregi e i suoi difetti. I pregi sono che la squadra dimostra corsa e uno spirito combattivo eccellente, i difetti sono che queste qualità in Serie C possono non bastare: molte partite sono decise dai singoli episodi come contro la Feralpi».

Scalise che alla vigilia delle partita preferisce toccare più le corde motivazionali tanto che liquida la domanda “che partita si aspetta” con un veloce: «Abbiamo studiato bene l’avversario, i ragazzi sanno perfettamente cosa fare. Dobbiamo affrontarla con umiltà ben sapendo, e questo lo dico all’ambiente, che non cambiamo sempre modulo perché sono impazzito, ma c’è sempre un ragionamento dietro ai cambi e lo facciamo spesso per far emergere le debolezze dei nostri avversari».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Missione tre punti contro l'Arzignano. Scalise: «Gli applausi non devono bastarci, vogliamo la prima vittoria»

SportPiacenza è in caricamento