Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Il neo direttore sportivo Simone Di Battista firmerà con i biancorossi la prossima settimana

L'accordo è stato rinviato di qualche giorno ma l'ex Fiorenzuola è già al lavoro. Classe 1981 si confronterà con i professionisti, ha un particolare talento nello scovare tecnici emergenti e giovani calciatori, proprio quello che cerca il club di via Gorra

Simone Di Battista, nuovo ds del Piacenza Calcio

datei_s-6Questo doveva essere il weekend di Simone Di Battista, il neo direttore sportivo del Piacenza avrebbe dovuto firmare l’accordo col club ma il tutto è stato rimandando alla prossima settimana - per motivi esclusivamente tecnici - quando si sancirà nero su bianco il suo arrivo. E’ chiamato a sostituire Luca Matteassi che ha lasciato il Piace dopo due stagioni da calciatore e tre da ds: il suo destino è diviso tra Modena e Feralpi.

Di Battista porta con sé un curriculum davvero ottimo e che lascia ben sperare per il nuovo corso del Piacenza, dimentichiamoci quello che abbiamo visto fino ad ora, la crisi economica della pandemia ha colpito e colpirà duro, quindi Di Battista è chiamato ad allestire una squadra giovane, economicamente sostenibile e che sappia centrare l’obiettivo del prossimo anno (lo diciamo subito noi, sarà una salvezza tranquilla) divertendo e togliendosi magari qualche soddisfazione.

Piemontese di origini abruzzesi, class 1981, ha costruito una carriera a colpi di risultati in Serie D e ora è chiamato al grande salto nei professionisti. E’ stato il fautore del miracolo Borgosesia, con lui nelle vesti da ds la società ha centrato i playoff per ben quattro volte in sei stagioni, ha lanciato Dionisi (che in tre anni è passato dal Fiorenzuola all Venezia in B). Particolarmente bene ha fatto al Fiorenzuola, per tre anni nelle prime 5 cinque in classifica con Dionisi, poi con Brando e infine con Tabbiani. Noto per essere un “macinatore” di chilometri, si dice ne faccia più di 40mila all’anno per seguire qualunque tipo di partita ed è particolarmente ferrato proprio sulla scelta dei giovani sui quali ha occhio, intuito e una dose importante di conoscenze nel mondo dei settori giovanili.

Proprio sulla scelta del tecnico si sta concentrando Di Battista, piace Gilardino ma non è assolutamente detto che sia lui, il tempo a oggi è l’unica cosa che non manca nel calcio italiano. La prossima stagione verosimilmente partirà non prima di agosto con il calciomercato e i ritiri (Coronavirus permettendo) a cavallo con settembre. Le prime partite, con un po’ di fortuna, si potranno vedere a partire da ottobre mentre per il pubblico allo stadio se ne riparlerà nel 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento