menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Franzini e Pederzoli: «Possiamo fare ancora meglio, stiamo crescendo». Pagelle

Quarto successo consecutivo per i biancorossi che dedicano la vittoria a un grande tifoso, Federico Malvezzi, scomparso nel pomeriggio.

Volti sereni e distesi in casa Piacenza dopo la vittoria ottenuta contro il Gavorrano, la quarta consecutiva che lancia i biancorossi nelle zone alte della classifica. Vittoria che tutto il club dedica a un grande tifoso, scomparso poche ore fa, Federico Malvezzi.
«Stiamo crescendo a vista d’occhio - spiega il presidente onorario Stefano Gatti nel post partita - e finalmente oggi abbiamo ammirato il vero Pederzoli, un giocatore in grado di fare la differenza e sta entrando nei meccanismi della squadra, secondo me questa rosa è più competitiva di quella dello scorso anno perché la coperta della panchina è più lunga».

Calmo e filosofico invece il pensiero di Alex Pederzoli, migliore in campo con assist per Zecca e gol. «Secondo me questa squadra non ha ancora capito bene i propri obiettivi - spiega il regista - perché io ho giocato in molti club nella mia carriera e posso dire che qui, in questo Piacenza, c’è davvero tanto potenziale inespresso. Possiamo fare ancora meglio di così sia in casa sia in trasferta. Le due sconfitte contro Monza e Cuneo ci hanno messo il bastone tra le ruote ma ne siamo usciti alla grande e questa è un ottima base di partenza, l’importante è non perdere mai l’umiltà».

Concorda Arnaldo Franzini che oggi ha presentato un Piacenza diverso da quello visto contro Arezzo e Arzachena, e che a sua volta era diverso da quello di Lucca. «E pensare che a me non piace assolutamente cambiare - dice sorridendo il tecnico - ma quest’anno va così, la tipologia della squadra lo permette e quindi è giusto farlo. Oggi abbiamo fatto un ulteriore passo avanti, siamo stati bravi a non farci prendere dal panico quando il gol non arrivava e altrettanto bravi nel chiudere la partita quando dovevamo farlo. Sono d’accordo con Pederzoli, pian piano stiamo crescendo e i margini per fare ancora meglio ci sono; oggi ad esempio abbiamo spento tutto per 15’ rischiando di rimettere il Gavorrano in partita e questo non deve assolutamente accadere. Gli esterni? Sono contento, Mora mi è piaciuto e forse è il reparto in cui stiamo facendo meglio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento