menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Franzini

Arnaldo Franzini

Piacenza - Gatti striglia la squadra. Franzini: «Ci siamo esposti al loro contropiede». Pagelle

Il presidente Marco Gatti tiene a rapporto tutto lo spogliatoio dopo il ko contro l'Arzachena. Franzini ha ancora la fiducia della società, ma ora serve un vero cambio di rotta. Si salvano solo Masciangelo e Di Molfetta

Una sconfitta fragorosa. Inaspettata perché maturata dopo la bella vittoria di Arezzo. Insieme all’amaro della sconfitta torna anche il cattivo umore in casa biancorossa, con il presidente Marco Gatti che è sceso negli spogliatoi dopo il 3-0 di Olbia per strigliare la squadra. Non è contento nemmeno il tecnico Arnaldo Franzini: «Colpiti tre volte in contropiede? Ci siamo fatti trovare impreparati. Abbiamo prestato il fianco a una squadra che fa del contropiede la sua arma migliore. Quando poi sbagli occasioni clamorose e ti trovi sotto, diventa difficile riuscire a raddrizzare la partita». Il Piacenza ha sempre avuto una vena sprecona. A Olbia finiscono sotto la lente d’ingrandimento le occasioni sciupate da Corazza: «Simone è sulla via del recupero e va aspettato», commenta Franzini, «oggi ha sprecato due palle gol, ma abbiamo fiducia in lui». A un certo punto il mister di Vernasca ha cambiato due terzi dell’attacco, cosa non lo stava convincendo? «Abbiamo tante soluzioni in panchina e mi sembrava giusto sfruttarle. Pesenti mi era sembrato un po’ fuori dal gioco, quindi ho deciso di cambiare per sfruttare le caratteristiche di Romero».

Un Piacenza che ripiomba nell’ombra quando sembrava essere uscito dalla crisi: «Il nostro morale? E’ soggetto ad alti e bassi, così come i nostri risultati. Questa è purtroppo una costante della nostra stagione. Venivamo da una super settimana dopo la vittoria di Arezzo e invece con oggi siamo tornati indietro». Il Piacenza non ha ancora una sua fisionomia: «Può darsi», ammette Franzini, «il campo e i risultati in questo momento dicono questo. Dobbiamo trovare la continuità di risultati, ma c’è poco tempo e bisogna fare in fretta». La dirigenza, dal canto suo, dopo il mercato di gennaio pretende un’inversione di rotta: «Se sento ancora la fiducia intorno a me? Sì, ho sempre avvertito la massima fiducia. Mi sento sereno sotto questo punto di vista».

Le pagelle

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento