menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Franzini: «Diverse cose non vanno ma serve tempo». Pergreffi: «Contano solo i tre punti» VIDEO

Il tecnico: «Domenica scorsa avevo Forte da un giorno, questa sera ha giocato Borri che è arrivato stamane. La stagione per noi è iniziata tardi quindi serve tempo e bisogna lavorare molto. La squadra ha dimostrato cuore e carattere»

Eclipse cross-2«Questa vittoria è stata ottenuta con una cosa che reputo la più importante: cuore, motivazione e determinazione a non mollare mai», è il pensiero dell’allenatore biancorosso, Arnaldo Franzini, dopo la vittoria contro il Modena, «Perché le squadre forti dopo un episodio negativo riescono comunque a vincere le partite. Poi, è vero, siamo indietro su tutto e dobbiamo lavorare, però lo dico per fare capire ai ragazzi l’importanza di questa vittoria contro un avversario più rodato di noi».

Al di là della fatica, il mister vede miglioramenti rispetto alla trasferta di Vicenza: «Siamo partiti molto meglio rispetto a domenica scorsa e abbiamo giocato un discreto primo tempo e un buon inizio di secondo, fino al gol», continua Franzini, «poi hanno messo in campo la loro batteria di punte e mezze punte di qualità, con Sodinha, e lì siamo andati in difficoltà complice anche un nostro calo che alla fine ho cercato di mascherare coprendomi maggiormente».

Il centrocampo è parso in difficoltà nella costruzione del gioco e, inoltre, dagli esterni non è arrivato alcun aiuto. Sia Zappella che Imperiale sono apparsi timidi: «Oggi avevamo tre giovani in campo che sono quelli che dobbiamo far giocare per il minutaggio, mentre loro ne avevano uno. E noi dobbiamo concedere loro del tempo, perché Barlocco era un giocatore fatto e finito, lo stesso Corsinelli. Quest’anno invece abbiamo deciso di giocare in questo modo e i giovani vanno aspettati».

In più, non ha aiutato la settimana turbolenta sul fronte del calciomercato: «Per fortuna una settimana così non capiterà più», allarga le braccia Franzini, «Oggi ha giocato un giocatore, Borri, che non avevo ancora visto in campo una volta. Abbiamo iniziato la stagione in ritardo, al 20 luglio, e molti non c’erano. Questa settimana poi è stato impossibile: tutti i giorni arrivavano giocatori e altri andavano via. In più c’è stato il caso Della Latta. Che cosa ne penso? Il ragazzo ha ricevuto una grandissima offerta e lo capisco, però anche la società ha diritto a non cedere il giocatore se non prende quello che chiede».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento