rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Con la Pro Sesto è ancora emergenza. Abbate: «Dobbiamo vincere, il resto non conta più»

Oltre agli squalificati Cosenza, Accardi, Zanandrea e Morra ci sono i forfait di Rinaldi e Luppi, mentre Nava e Suljic dovranno giocare con le infiltrazioni. Fischio d'inizio al Garilli alle 14.30 di sabato 8 aprile

A sole tre giornate dal termine del campionato e con quattro punti da recuperare sulla Triestina, il Piacenza è definitivamente arrivato davanti all’ultimo bivio della sua tribolatissima stagione: vincere per vivere ancora, o perdere e abbandonare le ultime residue speranze di agganciare i playout.
Tutti gli altri discorsi scivolano via senza lasciar traccia, lo sa benissimo Matteo Abbate che si presenta appena dopo la rifinitura perché va fatto, ma di argomenti da snocciolare ormai non ce ne sono più.
«Possiamo solo vincere per poter ancora sperare, tutto il resto non conta». E’ con questo stato d’animo che il Piacenza arriva al match di sabato al Garilli contro la Pro Sesto (ore 14.30), quello di una squadra che cercherà di aggrapparsi con ogni singolo muscolo al risultato. E tutto questo andrà fatto nelle difficoltà di una vera e propria emergenza: in difesa sono squalificati Cosenza, Accardi e Zanandrea, con Nava che non sta bene e si allena a parte. Davanti mancherà Morra (squalificato), rientrano però Gonzi e soprattutto il capitano Cesarini.
Formazione quindi da inventare, in particolare dietro, ma anche questo è un argomento che scivola via come la matematica del resto che, al momento, non condanna ancora gli emiliani

ABBATE
«Siamo sempre a dirci la solita cosa - spiega Abbate - magari banale e scontata, però la situazione è questa non possiamo sfuggirci: a noi serve solo la vittoria per poter sperare ancora, ben consapevoli che non dipendiamo più solo da noi stessi ma anche dai risultati degli altri. Dopodiché vi dico che sono fiducioso, sono convinto che ci manchi davvero poco per fare il salto di qualità, nelle ultime partite abbiamo fatto bene e raccolto meno di quanto avremmo meritato, il problema è che non c’è più tempo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Con la Pro Sesto è ancora emergenza. Abbate: «Dobbiamo vincere, il resto non conta più»

SportPiacenza è in caricamento