Piacenza Calcio

Coppa Italia, il Progresso supera il Piacenza ai calci di rigore

I 90' si chiudono 0-0, con un grande equilibrio e una super occasione creata da Ndoye ma sventata nel recupero da Cheli. Dal dischetto sbagliano Russo, Chiricosta e Hrom. Finisce 3-1 per i bolognesi che trovano il Borgo San Donnino

Nell’afa di Castel Maggiore servono i calci di rigore per spedire il Progresso al primo turno di Coppa dove troverà ad attenderlo il Borgo San Donnino. I bolognesi supera il Piacenza dal dischetto (3-1) dopo lo 0-0 dei primi 90’ (non erano previsti supplementari essendo sfida diretta dei preliminari), per i biancorossi decisivi gli errori dagli undici metri di Russo, Chiricosta e Hrom.
Maccarone come preventivato pesca a piene mani in tutta la rosa con Maianti (2004) in porta, difesa con Cabella (2005) a destra e Berton (2005) sinistra, Baudouin (2004) e Tortelli (2004) sono i centrali. A centrocampo ci sono Gerbaudo e Artioli, entrambi squalificati domenica scorsa, giusto per mettere minuti nella gambe in vista di domenica, insieme a loro il giovane piacentino Russo (2004). Davanti il tridente con Zini e Kernezo sugli esterni, il giovane Hrom (2004) della Primavera centrale. Ben sette quindi gli under utilizzati, mentre il Progresso cerca uno scalpo pesante per la sua storia e manda dentro l’undici che ha superato domenica scorsa il Forlì, o quasi.
C’è pochissimo da raccontare nei primi 45’, con i padroni di casa che si rendono vagamente pericolosi in un paio di occasioni: prima c’è un’incertezza di Maianti su una punizione deviata e sulla seconda occasione sbroglia la difesa. Nel mezzo il Piacenza va a ritmi bassi - a causa anche del gran caldo - e prova ad accelerare con Zini che risulta senz’altro il più attivo nel primo tempo. Una bella iniziativa con Hrom che arriva un soffio in ritardo, un sospetto rigore non concesso e un bel tiro giro fuori di poco solo le occasioni principali che arrivano tutte da Zini. Insomma, Progresso forse un po’ più pericoloso, ma Piacenza in controllo al piccolo trotto. Nella ripresa c’è un pizzico di brio in più: due conclusioni interessanti di Russo trovano Cheli pronto, mentre in neo entrato Matta non aggancia di un soffio un pallone pericolosissimo in area Piacenza. Cresce il Progresso, al 67’ Gerbaudo recapita sulla testa di Kernezo la palla gol, ma il compagno arriva in ritardo di un nulla. Entrano Chiricosta e Galdolfi nei biancorossi, poi anche Mantegazza e Bachini, fuori sia Artioli che Gerbaudo, nel finale entra anche Ndoye che al 92’ fa tutto benissimo, gran girata in area però Cheli devia e così arrivano i calci di rigore. Decisivi qui gli errori in serie di Russo, Hrom e Chiricosta

Progresso-Piacenza 0-0 (3-1 d.c.r)
Primo tempo 0-0

Progresso: Cheli, Grandini, Baccolini, Cocchi M., Hasanaj, Busi, Ghebreselassie, Corzani, Di Piedi, Selleri, Rossi. A disposizione: Gelati, Biguzzi, Ferraresi, Panzacchi, Mele, Georgiev, Cocchi S., Matta, Barbieri. All.: Vullo.

Piacenza (4-3-3): Maianti; Cabella, Tortelli, Baudouin, Berton; Russo, Artioli, Gerbaudo; Zini, Hrom, Kernezo. A disposizione: Galletti, Canale, Del Dotto, Ndoye, Bachini, Mantegazza, Bassanini, Galdolfi, Chiricosta. All.: Maccarone.

Arbitro: Hamza El Amil di Nichelino

Sequenza rigori: Barbieri gol (1-0), Ndoye gol (1-1), Rossi gol (2-1), Russo fuori (2-1), Matta gol (3-1), Chiricosta fuori (3-1), Busi parato (3-1), Hrom parato (3-1).

Il Progresso vince ai calci di rigore 3-1 contro il Piacenza, rigori necessari dopo lo 0-0 dei primi 90'. Decisivi per il Piacenza gli errori dal dischetto di Russo, Chiricosta e Hrom. Progresso che trova al primo turno di Coppa - questi erano i preliminari - il Borgo San Donnino.

La cronaca della partita azione dopo azione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia, il Progresso supera il Piacenza ai calci di rigore
SportPiacenza è in caricamento