menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Piacenza perde ancora a Trapani (3-1) ed esce dalla Coppa Italia: non basta il vantaggio firmato Cacia

I biancorossi giocano bene per 50 minuti grazie a un centrocampo tecnico e alla buona vena del loro cannoniere. Poi però si scatena Evacuo e il Trapani prende il sopravvento nella ripresa, nonostante l'espulsione di Scognamillo

Nell’avvio c’è molto biancorosso. Il Trapani scuote la traversa con una botta dalla lunga distanza dell’ex Taugourdeau, però è il Piacenza a schiacciare i granata nella loro metacampo e dapprima prende le misure con un rasoterra centrale di Corradi e poi, dopo 12 minuti, trova la rete con Nannini che scodella un ottimo pallone per Cacia, bravo a insaccare di testa il suo primo gol stagionale. 

La qualità a centrocampo del Piacenza si fa sentire, in avanti Cacia è un mal di pancia continuo per i siciliani che tra l’altro combinano poco, ma trovano comunque il gol del pareggio nel finale di tempo. Infatti, il giovane centrocampista Colpani, uno dei migliori in campo, calcia in porta da fuori area, Del Favero respinge corto ed Evacuo non si fa pregare: palla in buca per la rete dell’1-1. 

Dagli spogliatoi non riemerge per il secondo tempo Corradi, toccato duro a una caviglia. Al suo posto, Franzini manda in campo Marotta. L’avvio della ripresa è sulla falsariga del primo tempo: dopo 3 minuti Cacia, imbeccato bene da Zappella, crossa in mezzo per Paponi che non ci arriva per un soffio. Poi l’energia va esaurendosi ed esce fuori sempre di più il Trapani, che infatti trova la rete del vantaggio ancora con Evacuo. Il numero nove di casa stavolta va in gol con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento