Questo sito contribuisce all'audience di

Ancora Barba e Musetti regalano la vittoria al Pro Piacenza contro l'Olbia

Che Barba, che Pro. Contro l’Olbia arrivano altri tre punti dopo quelli conquistati nel recupero della diciottesima giornata di mercoledì. I rossoneri allungano sulla zona playout: sette punti nelle ultime tre gare

Musetti

Che Barba, che Pro. Contro l’Olbia arrivano altri tre punti dopo quelli conquistati nel recupero della diciottesima giornata di mercoledì. I sardi non sono squadra da sottovalutare, tutt’altro: la prima mezz’ora è piuttosto contratta con entrambe le compagini impegnate a lottare a metà campo. A sbloccare la gara è Barba dopo il match point di mercoledì: un gol che arriva dopo una mischia in area ospite, una rete che manda negli spogliatoi il Pro in vantaggio. Nella ripresa la squadra di Mignani tenta di reagire: è il settimo quando Muroni impegna seriamente un Fumagalli fino a quel momento inoperoso. Una delle poche conclusioni di una squadra che si arrende sotto la bordata in piena area di Musetti. Un gol che regala tranquillità e punti importanti ai rossoneri. Che si possa portare a casa la salvezza evitando le sabbie mobili dei playout?

ANCORA BARBA – C’è decisamente poco da raccontare dei primi minuti di gara. Sono parecchie le schermaglie a metà campo, molte le meno le conclusioni in porta. Di marca rossonera, al ventesimo minuto, la botta da fuori di Pugliese che spiove due metri sopra la traversa. Pochi istanti dopo arriva anche la conclusione piuttosto velleitaria di Musetti troppo debole per impensierire Ricci. Debole come il tentativo di Ragatzu che termina comodamente tra le braccia di Fumagalli. Il numero dieci sardo ci riprova al trentaquattresimo con un tiro dal limite dell’area: troppo centrale. In un primo tempo che parrebbe destinato a chiudersi a reti inviolate, è ancora una volta Barba ad insaccare: cross dalla destra, uscita avventata di Ricci che colpisce un difensore. Il pallone resta pericolosamente all’altezza della lunetta e Barba, con un bel colpo di testa in tuffo spedisce la sfera in porta. I rossoneri si rendono pericolosi nei minuti finali prima con Musetti che trova l’intervento in spaccata di Dametto e poi con una rasoiata su punizione di Bianco deviata in corner.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RADDOPPIO DI MUSETTI – Dopo un primo tempo piuttosto avaro di occasioni, bastano soltanto sette minuti per regalare più di qualche brivido a Pea: splendido filtrante di Cossu per Muroni che chiama Fumagalli alla respinta in volo con una botta da distanza ravvicinata. La risposta del Pro arriva al quarto d’ora: bel break di Aspas, Bazzoffia serve Pesenti che di potenza manda fuori di un metro. Lo stesso Pesenti al diciannovesimo manca clamorosamente un pallone piuttosto pericoloso mentre Bazzoffia, in girata, manda alto. Il Pro ha in mano il pallino del gioco, l’Olbia fatica a trovare spazio e subisce l’iniziativa rossonera. Dopo un rapido capovolgimento di fronte, Pesenti serve Musetti che insacca senza problemi il pallone del raddoppio. Nel finale c’è spazio anche per Pozzi che, al primo pallone giocabile, impegna severamente Ricci. I sardi depongono le armi: seconda vittoria della settimana per il Pro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento