menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Folgore-Pro Piacenza femminile con i tecnici Bocchi e Vigevani

La Folgore-Pro Piacenza femminile con i tecnici Bocchi e Vigevani

Si autoannulla un gol e perde la partita: «Avevamo segnato in fuorigioco, era giusto segnalarlo»

Succede alla Folgore-Pro Piacenza femminile nella gara di Esordienti misti contro il Gossolengo. Il tecnico Bocchi: «La vittoria non ci interessa, vogliamo fare le cose per bene»

La partita è Pro Piacenza femminile-Gossolengo, categoria esordienti misti che comprende giocatori di undici-dodici anni, recupero di campionato. Il primo tempo è equilibrato, verso la fine le rossonere (targate Folgore grazie alla collaborazione esistente con il Pro) vanno a segno con un gol del capitano. Si esulta, come è normale che sia, ma è evidente che la rete è arrivata in posizione di fuorigioco. In questa categoria non esiste l’arbitro ufficiale, a dirigere la partita è chiamato un ragazzino che gioca negli Allievi della Folgore e si è fermato dopo l’allenamento per dare una mano. Così Barbara Bocchi, allenatrice della formazione teoricamente in vantaggio, ferma il gioco e si autoannulla la rete. «Non era regolare, la nostra ragazza era in offside». Le sue giocatrici in campo e in panchina confermano e si riparte dallo 0-0 come se niente fosse, con una punizione per il Gossolengo che alla fine vincerà la gara. Il primo tempo e il secondo infatti si chiudono sullo 0-0, mentre nella terza frazione gli ospiti vincono 3-1 aggiudicandosi l'incontro. Nel campionato Esordienti il regolamento prevede che punteggio finale non venga conteggiato sommando i gol totali; ogni tempo fa storia a sé e assegna un punto, se il Pro Piacenza femminile si fosse aggiudicato il primo avrebbe almeno pareggiato l’incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento