Questo sito contribuisce all'audience di

Missione compiuta: Fagioli qualificato con l'Italia Under 19 alla fase finale dell'Europeo

Battuta la Serbia 2-0, gli azzurrini saranno protagonisti della fase decisiva in Armenia il prossimo luglio

Nicolò Fagioli in azione nella gara con la Serbia

Altro passo in avanti per l'Italia Under 19 e per il piacentino Nicolò Fagioli, qualificati per la fase finale degli Europei Under 19. È stato un pomeriggio di fortissime emozioni per l'Italia di categoria, un ottovolante di stati d’animo che si alternavano a seconda dell’evolversi delle vicende sul campo, vissute direttamente o a distanza perché, inevitabilmente, un orecchio era rivolto verso Abano Terme dove, in contemporanea, si giocava Belgio-Ucraina. Missione compiuta, pass europeo strappato e fase finale della kermesse agguantata per mezzo della vittoria sulla Serbia (2-0) e della contemporanea sconfitta dei diavoletti rossi contro i parigrado ucraini. L’eroe di giornata è certamente Roberto Piccoli che, entrato nella ripresa, si potrà fregiare di aver apposto la firma su entrambe le reti che hanno dato il successo agli azzurrini, una vittoria che vale l’ambito biglietto per l’Armenia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allo stadio “Euganeo” di Padova gli azzurrini si giocavano una sorta di spareggio a distanza per l’accesso alla fase finale dell’Europeo di categoria, in programma in Armenia il prossimo luglio visto che, dopo le prime due partite disputate per il Gruppo 7 della fase Élite, i ragazzi di Guidi guidavano il proprio raggruppamento in coabitazione col Belgio, pur potendo contare ai nastri di partenza degli ultimi 90’ sul piccolo vantaggio ascrivibile al maggior numero di gol segnati, stante l’assoluto equilibrio in termini di punti, scontri diretti e differenza reti. Il regolamento della competizione concede infatti il pass solo alle prime classificate di ogni girone ed ecco il motivo per cui Italia-Serbia e Belgio-Ucraina non potevano che essere partite il cui destino era legato a un doppio filo che correva sull’asse Padova-Abano Terme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tisci: «Le scuole calcio possono riaprire. Ma sarà vietato colpire di testa»

  • Calciomercato Dilettanti - Le piacentine di Eccellenza e Promozione vanno avanti nel segno della continuità

  • Piacenza - Rosa cortissima e demotivata, se la Serie C dovesse ripartire sarebbe un problema

  • Dilettanti - Piraccini, Bruno, Minasola, Franchi, Lucci, Burgazzoli, Raffo, Guebre e Follini sono i re del gol

  • Vertice Governo-Figc: Serie A e B ripartono il 20 giugno. In stand by la Serie C. E il Piacenza cosa farà?

  • Dilettanti - Altroché "moria", le società di Seconda e Terza Categoria pronte per la prossima stagione

Torna su
SportPiacenza è in caricamento