rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Basket

La Bakery non entra in campo, dominio Torino: 107-79

Biancorossi mai in partita, i piemontesi passeggiano sulla formazione di Campanella. Non basta un Perin miglior marcatore

La partita della Bakery dura solo cinque minuti, dopodiché la Reale Mutua Torino mette la testa avanti e non si volta più: 79-107 il punteggio finale di una gara mai in discussione, in cui i biancorossi non sono stati in grado di reggere l'urto degli avversari fin dai primissimi scambi.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Una delle più brutte prove di Piacenza, incapace di mettere in campo la benché minima reazione di fronte a una squadra di livello ma a cui la formazione di Campanella ha steso il tappeto rosso fino dall'ingresso in campo, consentendo a Torino (reduce da sei sconfitte consecutive) una partita in assoluta tranquillità. Alibegovic, Davis, Scott e compagni segnano in ogni modo. Triple, entrate, contropiede, tiri dalla media distanza, insomma piovono canestri. Le percentuali al tiro non sono invece favorevoli ai biancorossi: una statistica eloquente è per esempio lo zero su otto da tre punti dopo i primi due quarti, rispetto alle undici triple avversarie. A fine secondo quarto il tabellone recita 32-66 ospite: è chiaro che ormai si gioca solo per ridurre lo scarto, cosa che peraltro non avverrà. I torinesi, guidati dal giovane Edoardo Casalone, sono in giornata di grazia, ed approfittano di ogni errore difensivo della Bakery. Sempre alla ricerca dell'uomo libero, e con un buon movimento di palla, i piamontesi trovano spesso e volentieri dei tiri aperti che realizzano con continuità.

Non bastano ai biancorossi la grinta ed il tiro di Perin, partito dalla panchina e alla fine miglior realizzatore dell'incontro, né la discreta prestazione del solito Raivio. Troppa differenza anche a livello di energia: insomma, una gara da dimenticare per i ragazzi di coach Campanella, che dovrà trovare nuove soluzioni per aggiustare una difesa troppo confusa. Anche i rimbalzi sono un fattore: troppe seconde chanche concesse agli avversari. Emblematica un'azione dell'ultimo quarto quando la Reale Mutua tira per quattro volte nell'arco della stessa azione, prima di segnare: 79 punti sono un discreto bottino offensivo per Piacenza, ma se ne concedi ben 107 agli avversari hai bisogno di un miracolo per vincere.

La prossima settimana i piacentini saranno in trasferta a Udine, una delle migliori compagini del campionato di A2. Sarà un banco di prova importante per capire se la Bakery riuscirà a rimettersi in carreggiata.

BAKERY PIACENZA-REALE MUTUA TORINO 79-107

(17-34, 32-66, 47-83)

BAKERY PIACENZA: Bonacini 8, Lucarelli 6, Raivio 14, Donzelli 2, Morse 9, Sacchettini 9, Chinellato 7, Czumbel, El Agbani ne, Perin 24, Carone ne, Balestra ne. Allenatore: Federico Campanella

REALE MUTUA TORINO: Davis 18, Scott 20, Landi 11, Alibegovic 22, De Vico 15, Pagani 13, Oboe 8, Pecchenino ne, Toscano ne, Pirani ne.  Allenatore: Edoardo Casalone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bakery non entra in campo, dominio Torino: 107-79

SportPiacenza è in caricamento