rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Basket

Assigeco, tanti volti nuovi per tentare il salto di qualità

Dopo le semifinali play off della scorsa stagione la squadra di Salieri punta ancora in alto

Dopo aver raggiunto un ottimo quarto posto della scorsa stagione e le semifinali del tabellone argento dei play-off promozione, l'Assigeco Piacenza è pronta a ritornare sul parquet per tentare di raggiungere nuovi ambiziosi obiettivi, traguardi realistici se si guarda al roster a disposizione di coach Salieri. Diversi i volti nuovi ma anche le importanti conferme da parte della società.

Adult_Athlete_Background_Ball_Basket_Basketball_challenge_energy-1637113-2

Gli obiettivi dopo la serie A1 sfiorata

La stagione 2021-22 di serie A2, pur eccezionale, ha lasciato un pizzico di amaro in bocca ai tifosi e allo staff dell'Assigeco Piacenza, che ha dovuto abbandonare il sogno promozione proprio nelle battute finali, subendo l'eliminazione solo nelle semifinali playoff a opera della Scafati Basket (3-2 il punteggio finale). La storica prima partecipazione ai playoff promozione, tuttavia, può essere vista come un importantissimo risultato per la squadra emiliana, che anno dopo anno sta costruendo le basi per fare il definitivo salto di qualità.

Il nuovo campionato non può dunque che partire con i migliori auspici e con l'obiettivo di alzare ulteriormente l'asticella rispetto a quanto visto l'anno scorso, con la piena consapevolezza, come osservano anche le analisi statistiche dei siti di scommesse sul basket come Betway, che non sarà facile, data l'elevata concorrenza e la presenza di diverse squadre ben attrezzate per il salto di categoria. Da Skeens a Miaschi, gli innesti ufficializzati in queste settimane garantiscono qualità e innalzano il livello tecnico del roster piacentino: è dunque davvero possibile sognare in grande?

2017-06-08-15-28-04-900x600-2

Chi sono i volti nuovi dell'Assigeco Piacenza

Nelle ultime settimane, l'Assigeco Piacenza ha ufficializzato diversi movimenti di mercato in entrata, portando talento e freschezza all'interno di un roster che già nella scorsa stagione aveva saputo farsi valere su ogni campo.

Uno dei colpi più interessanti è senza dubbio quello dell'ala piccola statunitense Brady Skeens, 27enne con una vasta esperienza non solo in patria ma anche in Canada, Israele, Finlandia e Turchia, dove l'anno scorso è stato miglior rimbalzista della serie A2. Veloce e duttile, Skeens è stato accolto sin da subito con grande favore dallo stesso coach Salieri, che su di lui punta fortemente per dare solidità alla squadra.

Gran bene si dice anche di altri due innesti, ossia Federico Miaschi, guardia tiratrice 22enne l'anno scorso a Treviglio ma già con diverse esperienze in serie A, e di Jacopo Soviero, di ruolo play, 21 anni da compiere e un cognome noto soprattutto agli appassionati di calcio (il papà Salvatore è ricordato come portiere tanto valido quanto irruento in A e B con le maglie, tra le altre, di Genoa, Venezia e Salernitana), che nonostante la giovane età si sta già facendo apprezzare molto sul parquet per le doti tecniche, il carattere e la determinazione.

Da Senigallia, invece, arriva Lorenzo Varaschin, già allenato da Salieri a Orzinuovi nell'anno della promozione dalla B alla A2, il quale come si legge su Basketinside.com ne elogia sia l'aspetto tecnico che quello umano. Se i nuovi arrivi apportano qualità alla squadra, non meno importanti però sono le conferme: l'Assigeco ha infatti lavorato per non snaturare la rosa, trattenendo alcuni degli artefici dell'ottimo risultato dello scorso anno, come Davide Pascolo, Gherardo Sabatini e Nemanja Gajic. Ancora pochi giorni e la parola passerà al campo, ma i presupposti per fare bene ci sono tutti!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assigeco, tanti volti nuovi per tentare il salto di qualità

SportPiacenza è in caricamento