Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Franzini: «Inizio scioccante, poi gran risposta dei ragazzi». Della Latta: «Siamo una squadra viva»

Il tecnico: «Diciamo la verità, il guardalinee a fine partita ha chiesto scusa. Sul loro primo gol ce n'erano quattro in fuorigioco. Il secondo ce lo siamo fatti da soli, poi bella risposta della squadra nella ripresa»

L'azione incriminata sul primo gol della Reggiana con 4 avversari in fuorigioco

Mazda Cx3 copia-3Alla fine il Piacenza poteva anche vincere la partita. La vera nota stonata, però, sono stati i primi venti minuti dove la squadra di Arnaldo Franzini ci ha capito molto poco: «La partenza è stata scioccante», ammette il tecnico di Vernasca in sala interviste, «abbiamo fatto di tutto per far segnare la Reggiana che non aveva certo bisogno di aiuti. In particolare, il secondo gol che abbiamo preso era veramente al limite del grottesco. Mentre il primo non lo considero, perché c’erano quattro giocatori in fuorigioco. Può succedere, ma andava visto. Tant’è che il guardalinee, a fine partita, mi è venuto vicino per scusarsi dicendomi “forse era fuorigioco”». Questo però nulla toglie all’avvio della Reggiana: «Al di là di questo, i granata erano in vantaggio con merito», prosegue Franzini, «poi però abbiamo iniziato a giocare, fallendo occasioni e prendendo una traversa con Paponi. Nella ripresa invece ci siamo stati in campo solo noi, con tante occasioni per accorciare, pareggiare e alla fine vincere la partita».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi l’allenatore torna sull’avvio: «Mi aspettavo più equilibrio e compattezza, non mi aspettavo di soffrire così tanto l’avvio della Reggiana. Noi in più ci abbiamo messo errori tecnici incomprensibili». Un dato interessante è il cambio di modulo in corsa, con il passaggio a un 4-4-2 con Della Latta a metà campo che ha dato più solidità alla squadra: «Lo avevamo già fatto in altre partite, oggi è stato fatto per più tempo. Può anche essere una situazione che andremo a riproporre. Ma erano già molte partite che giocavamo allo stesso modo, con il 3-5-2, raggiungendo dei risultati e non mi andava di cambiare. Se il cambio modulo ha aiutato? Ci ha aiutato a ritrovare le distanza e ad arrivare sul fondo con più facilità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Roberto Pighi è il nuovo proprietario del Piacenza Calcio e cerca soci. Ecco come è composta la società

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

Torna su
SportPiacenza è in caricamento