Varie

Quando riprenderà lo sport? Per ora solo ipotesi: ripartenze scaglionate, per centri sportivi e palestre si inizia a parlare dell'8 giugno

Il Coni sta raccogliendo questionari inviati alle federazioni, quindi un pool di esperti definirà le regole. Ma è inevitabile che ci saranno precauzioni da rispettare in modo rigoroso

Si tratta solamente di ipotesi, perché non sapendo cosa succederà fra una settimana diventa impossibile programmare la nostra vita, soprattutto a livello sportivo, fra un paio di mesi. Ma mentre la Serie A di calcio si prepara a riprendere gli allenamenti (anche se dal ministro Spadafora arrivano segnali per nulla rassicuranti) si inizia a parlare della ripresa di tutte le altre discipline.

Impossibile stilare un calendario, per farlo sarà necessario capire come procederà il contagio alla riapertura del 4 maggio, ma è prevedibile che fra una decina di giorni qualche attività inizierà a ripartire. Ne parla oggi la Gazzetta dello Sport in un articolo a firma di Valerio Piccioni, in cui si spiega che il Coni sta completando la raccolta di questionari inviati a tutte le federazioni che dovrebbe dare un’idea più chiara sulle possibili ripartenze. Toccherà poi a un gruppo di esperti decidere come e quando ogni disciplina sarà autorizzata a riprendere.

Prima considerazione, che pare essere ormai diventata una certezza: dal 4 maggio si potrà tornare a fare jogging anche se con alcune limitazioni. Innanzitutto la corsa dovrà essere in solitaria e non a gruppi e quindi viene fissato un tempo (“indicativo” viene detto, anche perché un controllo sarebbe inattuabile) di circa 40 minuti. Logico che non si sanzionerà il runner che rimarrà in strada per un’ora, anche perché sarebbe impossibile da individuare, ma l’idea di base è quella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando riprenderà lo sport? Per ora solo ipotesi: ripartenze scaglionate, per centri sportivi e palestre si inizia a parlare dell'8 giugno

SportPiacenza è in caricamento