rotate-mobile
Varie

Il marketing sportivo: cos'è e quali strategie scegliere

Dai gadget personalizzati alle sponsorizzazioni. Come è meglio muoversi oggi

Avete mai sentito parlare del marketing sportivo? Ebbene, si tratta di un tipologia di marketing molto particolare, adattata all'ambiente sportivo. Anche detto “sport marketing”, è uno specifico ramo di questa disciplina che promuove servizi e beni attraverso lo sport. Allo stesso tempo però, si occupa anche della promozione dello sport stesso. Quando si parla di tale tipologia di marketing, ci si riferisce a un evento, un prodotto o una federazione sportiva vera e propria. Vediamo come funziona il marketing sportivo e quali sono i segreti per riuscire a sfruttarlo al meglio.

Gadget personalizzati

Vi sono diverse tipologie di marketing sportivo che è possibile mettere in campo.

Ad esempio, si può puntare sui gadget come delle borracce personalizzabili, t-shirt, zaini o altri tipi di elementi legati al mondo dello sport. In tal caso, si decide il prodotto da sponsorizzare e si usa nelle attività di tipo sportivo.

Sponsorizzazione sportiva

Poi vi è la sponsorizzazione sportiva vera e propria. Parliamo dell'abbinamento di un marchio di un'azienda a una squadra, un atleta, un'associazione sportiva o un evento. Anche questo è un acceleratore di visibilità molto importante per una società che vuole promuoversi. La cosiddetta “partnership sportiva”, aiuta il marchio a ottenere brand awareness e un buon posizionamento sul mercato. Per fare qualche esempio, si può decidere di associare il nome della propria attività a una squadra di calcio fornendo le divise da gioco e il proprio brand sponsor. Stesso discorso per i palloni o altri elementi sportivi.

Tale tipo di attività aiuterà a posizionarsi facilmente sulla mente dei consumatori. Questi ultimi si identificheranno con il team, con l'associazione o con il giocatore. Ad esempio, Nike già dal 2017 è diventato fornitore ufficiale di tutte le squadre dell'NBA e questo chiaramente, ha portato dei vantaggi al marchio.

Brand ambassador

Da qualche anno, un altro modo per diventare noto nel mondo dello sport è quello di utilizzare personaggi sportivi come “brand ambassador”. Questa è una tipologia un po' più particolare di marketing sportivo. Nello specifico si sceglie un personaggio che incarna determinati valori legati al mondo dello sport. Dopo, questa persona diventerà portavoce di un brand attraverso i social, nelle attività pubbliche di vario genere e negli eventi.

Come fare marketing sportivo oggi

Chi vuole fare marketing sportivo con dei risultati più che soddisfacenti deve seguire una serie di passaggi. Tali step, come nelle altre tipologie di marketing, sono alla base di tutto. In primo luogo bisogna partire dall'analisi del mercato e del business per capire in che modo strutturare le attività. Poi, bisogna chiedersi che tipo di marketing si vuole fare. Ad esempio, se sarà legato ad un evento nazionale, regionale o si tratterà di una campagna costruita su un giocatore famoso. I passaggi successivi sono i seguenti:

• calcolare il budget da stanziare;

• definire gli obiettivi;

• valutare le tempistiche;

• individuare il target;

• profilare quella che è l'audience di riferimento su cui costruire i contenuti in maniera adeguata, con il prezioso supporto degli esperti del settore.

Altri passaggi da non dimenticare sono quelli poi di associarsi agli sponsor e mettere in atto una strategia digitale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il marketing sportivo: cos'è e quali strategie scegliere

SportPiacenza è in caricamento