menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il responsabile sanitario del Piacenza Calcio: Raffaele De Pietro

Il responsabile sanitario del Piacenza Calcio: Raffaele De Pietro

Il medico Raffaele De Pietro: «Un po' di attività fisica da soli va bene, attenzione però a non esagerare»

Il responsabile sanitario del Piacenza Calcio: «Troppo sport rischia di abbassare le difese immunitarie. La battaglia contro il Covid19 è dura, in Pronto Soccorso la situazione è seria e i cittadini ci possono aiutare rimanendo in casa»

C’è anche il responsabile sanitario del Piacenza Calcio, il dottor Raffaele De Pietro, in prima linea nella lotta contro il Coronavirus e anche lui, come i suoi colleghi, lancia l’appello che vale per tutti: «L’unico modo per battere il Covid-19 è rimanere in casa seguendo le indicazioni del Governo».
Non cura solo i biancorossi De Pietro che è medico al Pronto Soccorso dove infuria la battaglia contro il virus. «E’ una situazione molto seria che va affrontata al meglio - ci spiega al telefono, tra un minuto libero e l’altro - e i cittadini possono aiutare medici e infermieri facendo la loro parte, che poi è rimanere a casa. Ripeto, è l’unico modo che abbiamo oggi per gestire questo momento, altrimenti si intasa tutto. Il problema è che stiamo ancora aspettando il picco dell’epidemia, per questo dico che la situazione è molto seria perché non possiamo ingolfare la struttura perciò lo ripeterò all’infinto: i cittadini facciano la loro parte rimanendo in casa».

Con il dottor De Pietro affrontiamo anche un altro argomento, cioè quello del rimanere in casa. La difficoltà per molti non sembra solo essere sotto il profilo psicologico, cioè la mancanza della routine quotidiana o la tranquillità della ripetizione, ma c'è piuttosto l’esigenza di muoversi, di tenere il fisico attivo in qualche modo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento