Questo sito contribuisce all'audience di

Il Covid non ha una data di scadenza, lo sport deve valutare di scendere in campo nei mesi estivi

Nessuno sa quando il coronavirus ci lascerà tranquilli, è il momento di discutere modifiche sostanziali soprattutto per le attività giovanili

Purtroppo il Covid-19 non ha una data di scadenza. Chi parla di ripresa dell’attività quando ci saranno i vaccini non considera che a oggi (parole di Ursula Von Der Leyen, presidente della Commissione Europea) la previsione è di dosi per 700 milioni di persone entro la fine del 2021. Considerato che gli sportivi, essendo giovani e in salute, saranno probabilmente gli ultimi ad ottenerlo non è difficile prevedere che anche la prossima stagione sarà condizionata dal coronavirus. Se poi si troveranno altre soluzioni capaci di risolvere il problema il prima possibile ben vengano, ma compito dei dirigenti attualmente è quello di consentire la ripresa dell’attività tenendo in considerazione lo scenario peggiore possibile.

Allora da qualche parte inizia ad emergere una soluzione che merita di essere presa seriamente in considerazione: pensare di spostare la stagione nei mesi più caldi fermando completamente l’attività in inverno. E in effetti se lo sport fosse sceso in campo fra la fine di agosto e l’inizio di settembre avrebbe potuto godere di almeno un paio di mesi di tregua dal Covid per giocare almeno i gironi di andata dei vari campionati e poi ripartire con la situazione sanitaria tranquillizzata. Non avendo sfruttato questa opportunità ora quasi tutte le discipline si trovano in difficoltà e infatti stanno pensando di comprimere i campionati iniziando nel 2021 (quando ancora non si sa, dipenderà dai numeri dei contagi) per poi concludersi fra l’inizio e la fine di giugno. E anche l’ipotesi, avanzata dal calcio, di sforare con i tempi sembra ora raffreddarsi; le due settimane di luglio pare infatti verranno utilizzate solo in caso di necessità e per disputare eventuali spareggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento