menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Patrizia Barbieri

Il sindaco Patrizia Barbieri

Coronavirus: il sindaco Barbieri parla anche dello sport: «Vogliamo porre meno vincoli possibili, compatibilmente con le esigenze di tutela della salute pubblica»

Il primo cittadino scrive su facebook: «Siamo in attesa di conoscere i dettagli dei provvedimenti ministeriali». Per domenica è attesa la nuova ordinanza

Attraverso facebook il sindaco Patrizia Barbieri riassume e chiarisce le limitazioni legate all'emergenza coronavirus. E in attesa di comunicazioni ufficiali, considerato che la precedente ordinanza relativa alla sospensione di tutte le attività (allenamenti compresi, esclusi quelle delle società "professionistiche e assimilabili") scadrà domenica 1 marzo, parla della situazione sportiva, assimilandola a quella di mercati, bar e ristorazione. «Siamo in attesa di conoscere i dettagli dei provvedimenti ministeriali - scrive il primo cittadino - e la nostra intenzione è quella di porre meno vincoli possibili, compatibilmente con le esigenze di tutela della salute pubblica».

Questa la nota completa del sindaco

MASSIMA ATTENZIONE AL CONTENIMENTO DELL’AUMENTO DEI CASI: è il nostro obiettivo principale, per garantire che il sistema sanitario e le strutture ospedaliere non vadano in stress. E’ importante tenere presente questa necessità, in modo che risultino a tutti più chiari i motivi delle decisioni che stiamo prendendo, in accordo con gli altri sindaci.

Ci tengo a chiarire nel miglior modo possibile su cosa stiamo lavorando in queste ore e cosa riguardi il provvedimento che adotteremo domani:

1) SCUOLA - la didattica è sospesa per provvedimento ministeriale; le scuole resteranno chiuse, con possibilità di accesso per il personale amministrativo e per gli affari urgenti.
2) MERCATI, BAR, LOCALI, RISTORAZIONE, SPORT - siamo in attesa di conoscere i dettagli dei provvedimenti ministeriali e le linee guida. L’intenzione dei sindaci quella di porre meno limitazioni possibili, compatibilmente con le esigenze di tutela della salute pubblica. L’emergenza economica è ben chiara e in tal senso ci stiamo muovendo per sollecitare una concreta risposta da parte del Governo.
3) SERVIZI SOCIO-SANITARI - l’attenzione è massima, sia per i servizi che per le strutture della città.
4) STRESS STRUTTURE OSPEDALIERE - per offrire le migliori cure ai pazienti ricoverati sono avvenuti i primi trasferimenti a Castel San Giovanni, con Terapia Intensiva dedicata, e a Reggio Emilia;
5) DISAGI - siamo perfettamente consapevoli dell’immane sforzo che sta sostenendo la nostra Sanità e del disagio arrecato alle famiglie e alle categorie economiche da provvedimenti emanati con scarso preavviso, ma tutte le decisioni vengono prese sulla base di dati scientifici (che vengono costantemente aggiornati) e siamo ancora in attesa del provvedimento del Ministero e delle linee guida della Regione, indispensabili dal punto di vista formale.

A Piacenza al momento si registrano 71 persone positive al nuovo coronavirus, 24 delle quali sono ricoverate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento