rotate-mobile
Varie

In centinaia a manifestare contro il Dpcm: «La scienza dice che palestre e impianti sportivi sono sicuri»

Nonostante la pioggia tantissime persone si sono radunate nel tardo pomeriggio sul Pubblico Passeggio per poi raggiungere Palazzo Mercanti

Non è bastata nemmeno la pioggia, caduta sempre più incessante, a fermare la manifestazione di protesta degli operatori sportivi e della cultura. Sul Pubblico Passeggio si sono dati appuntamento centinaia di persone che in modo assolutamente pacifico e rispettoso di tutti i limiti attuali hanno mostrato il proprio dissenso contro l'ultimo Dpcm emanato nella giornata di ieri.

Con i cartelli "Non siamo untori, le palestre sono luoghi sicuri", "E' facile per chi ha lo stipendio sicuro dire agli altri di stare a casa" e all'urlo di "Vogliamo lavorare" il numero dei manifestanti è aumentato con il passare dei minuti. Inizialmente la protesta si sarebbe dovuta limitare al Pubblico Passeggio ma successivamente, sempre rispettando quanto definito con gli enti competenti, il gruppone si è mosso verso piazza Cavalli per arrivare fino a Palazzo Mercanti, sede del Comune. «Abbiamo speso tantissimi soldi per rispettare i protocolli, siamo stati super controllati senza che nessuno avesse niente da dire. Abbiamo fatto tutto quanto previsto dalla legge e oggi ancora una volta ci troviamo costretti a chiudere». E ancora: «Non esiste un dato scientifico che provi il rischio di contagio all'interno di palestre, piscine e strutture sportive, eppure oggi i più penalizzati siamo noi»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In centinaia a manifestare contro il Dpcm: «La scienza dice che palestre e impianti sportivi sono sicuri»

SportPiacenza è in caricamento