Questo sito contribuisce all'audience di

La quarantena del campione del mondo Davide Colla: «Mi alleno a casa e voglio il titolo iridato del 2021»

L'allenamento del portacolori della Yama Arashi: «Cerco di fare almeno 20, 30 minuti di stretching al giorno, poi un quarto d’ora di lavoro aerobico seguito da un circuito di forza»

Davide Colla dopo l'ultimo trionfo ai Mondiali

Un campione ha sempre una mentalità positiva, anche di fronte  alle difficoltà e agli avvenimenti negativi imprevisti. Disagi inevitabili e che riguardano tutti, ma la forza sta nell’interpretarli positivamente, prendendo le possibilità che il cambiamento forzato impone. La quarantena generale imposta dall’emergenza-Coronavirus  non ha scalfito il carattere d’acciaio di Davide Colla, asso piacentino della kickboxing classe 1995. Mercoledì sera il portacolori della Yama Arashi (che in carriera vanta sei titoli europei (di cui 3 senior), quattro Mondiali (uno senior) e dodici tricolori nel Point Fighting) è stato l’ospite nella diretta video federale su Instagram (#FIKBMSconVOI) venendo intervistato da Piero Giannico e con tantissimi saluti e domande da parte dei fan.

“E’ una bellissima iniziativa – spiega Colla, campione mondiale in carica nella specialità – che tiene compagnia alle persone soprattutto nel nostro sport dove in questo periodo ci saremmo visti ogni week end nelle varie gare in programma e che non si sono potute disputare per l’emergenza sanitaria. Inoltre, è anche un’occasione particolare per chiedere curiosità e dettagli. In questo periodo dove siamo tutti a casa, infine, per me è stato molto bello ricevere l’affetto di così tante persone”.

Cosa fa Davide Colla durante queste giornate a casa?

“Vivo in famiglia a Piacenza, mia mamma è un’impiegata e opera da casa in smart working, mentre mio padre lavora in sede all’ASL della nostra città. I miei giorni preferiti sono il lunedì, il mercoledì e il venerdì, quando nel tardo pomeriggio facciamo una videochiamata di gruppo con Zoom con il nostro gruppo di kickboxing della Yama Arashi allenandoci un po’ tutti insieme. Inoltre, colgo l’occasione per studiare, visto che sto frequentando il corso di laurea magistrale di Biologia applicata alle Scienze della nutrizione a Milano”.

Fisicamente, su cosa ti concentri nel lavoro che puoi fare a casa?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Cerco di fare almeno 20, 30 minuti di stretching al giorno, poi un quarto d’ora di lavoro aerobico seguito da un circuito di forza. Poi dedico circa venti minuti al lavoro tecnico per non perdere gli automatismi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza sconfitto 3-1 dal Cittadella, i biancorossi giocano bene ma soffrono troppo sulle palle alte

  • Lega Pro - Ufficiali i Gironi A, B e C per la stagione 2020/2021. Il Piacenza è con le toscane, lombarde e piemontesi

  • Piacenza-Virtus Verona: 1-1, a Siani risponde Bridi

  • Il Piacenza chiude il precampionato con un pareggio contro la Virtus Verona. Cosa va e cosa non va

  • Gardini duro: «E' andata molto male, non è il modo di giocare ed eravamo troppo tesi». Candellaro: «Impariamo a stare in campo come squadra». VIDEO e pagelle

  • Esordio amaro per Piacenza, Cisterna espugna il PalaBanca 3-1

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento